I call center (anche robotici) hanno le ore contate: in arrivo il nuovo regolamento sul telemarketing

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Annunciata dal Viceministro dello Sviluppo economico Fratin l’attivazione di un nuovo regolamento relativo al Registro delle Opposizioni.

Ecco il carrello smart per la spesa

Annunciata dal Viceministro dello Sviluppo economico Fratin l’attivazione di un nuovo regolamento relativo al Registro delle Opposizioni

Capita a tutti di essere disturbati, mentre si lavora o si è impegnati in altre attività, di doversi interrompere per il trillo del telefono e scoprire con disappunto che si tratta di una telefonata fatta a scopi commerciali. Oltre al danno, anche la beffa: spesso infatti si tratta di messaggi promozionali registrati che non hanno altro scopo se non quello di distrarci da ciò che stavamo facendo. Una misura a tutela dei consumatori che hanno la linea telefonica fissa esiste già: si tratta del cosiddetto Registro delle Opposizioni, ovvero di un servizio gratuito messo a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico che consente agli utenti di opporsi all’utilizzo per finalità promozionali del proprio numero telefonico di rete fissa (presente nell’elenco pubblico) da parte di operatori che svolgono attività di marketing.

Tuttavia, almeno fino ad oggi, mancano disposizioni per limitare l’invadenza delle chiamate automatizzate (ovvero dei messaggi promozionali registrati). Inoltre, una simile misura non è ancora disponibile per i possessori di cellulari, che non sono tutelati dagli attacchi dei call-center (reali o robotici). Ma c’è una buona notizia in entrambi i casi: tra qualche settimane sarà attivo un nuovo regolamento per quanto riguarda il Registro delle Opposizioni che contemplerà le chiamate automatizzate senza operatore reale, nonché quelle indirizzate alla telefonia mobile.

Ad annunciarlo è stato su Twitter il Presidente della Commissione Parlamentare di inchiesta sulla tutela dei consumatori e degli utenti, Simone Baldelli, che ha riportato la risposta sul tema del Vice Ministro allo Sviluppo Economico Gilberto Pichetto Fratin:

Sono molti i cambiamenti in materia di telemarketing a difesa dei consumatori, secondo quanto previsto dalla nuova normativa. Si inizierà con un blocco totale di tutte le chiamate, effettuate da operatori reali o automatici, senza nessuna eccezione: una volta iscritto il nostro numero al Registro delle Opposizioni, ci sarà un margine di tempo dato alle compagnie di telemarketing per registrare la nostra opposizione a qualsiasi forma di pubblicità telefonica – dopo questo termine scatteranno multe salate per il call center (da 30.000 a 180.000 euro per le violazioni). Una tempistica diversa riguarderà una società con cui avevamo stipulato un contratto che poi abbiamo disdetto: in questo caso la società potrà contattarci fino a 30 giorni dopo la fine del contratto per convincerci a tornare suoi clienti.

Il blocco, come abbiamo detto, riguarderà non solo il nostro telefono di casa (non fa alcuna differenza se il nostro numero sia o meno presente negli elenchi pubblici, quando avremo dato la nostra adesione al Registro), ma anche il nostro cellulare.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Twitter

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook