Obsolescenza programmata: “Apple manipola gli iPhone di proposito”, parte la nuova class action per difendersi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

È OCU, l’Associazione spagnola dei consumatori, che torna alla carica: dopo aver accusato Apple, l’anno scorso, di rallentare volontariamente via software i propri smartphone, ora pretende dall’azienda di Cupertino un risarcimento per aver “manipolato” l’iPhone 6

No alla manipolazione, No ad Applegate”, così l’associazione per la protezione dei consumatori in Spagna (OCU) accusa Apple di aver manipolato l’iPhone 6 negli ormai ben noti dell’obsolescenza programmata e lasciando migliaia di utenti senza cellulare o con un telefono in cattive condizioni.

È un abuso di Apple” che così dovrebbe essere risarcito a ciascuna parte interessata, tra 99 e 189 euro. OCU lancia così una nuova class action, dopo che già l’anno scorso aveva accusato la Apple di rallentare molti modelli di iPhone anche abbastanza recenti via software, inclusi gli ultimi arrivati iPhone 12.

È dimostrato – si legge nella nota: Apple ha manipolato i suoi cellulari iPhone 6  in tutte le sue versioni (6, 6S, 6 Plus e 6S Plus) in modo che negli aggiornamenti software successivi le prestazioni del telefono siano più lente e quindi danneggino la batteria.

Migliaia di utenti spagnoli sono stati costretti a cambiare la batteria o addirittura il cellulare. L’OCU non sta a guardare: ci mobilitiamo e pretendiamo che vengano risarciti. La prima fase di tale processo è stata la presentazione del procedimento preliminare.

Non è la prima volta che Apple finisce nell’occhio del ciclone: solo l’anno scorso Altroconsumo ha attaccato il colosso americano accusandolo di aver ingannato i consumatori italiani sempre con pratiche di obsolescenza programmata. Così ha avviato una class action da 60 milioni di euro, citando la Mela dinanzi al Tribunale di Milano.

Nel frattempo, anche negli Stati Uniti è stata avviata l’anno scorso una mega class action grazie alla quale i consumatori americani sono riusciti a ottenere 500 milioni di dollari da Apple.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: OCU

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook