Marte come non lo abbiamo mai visto: le straordinarie foto a colori del Pianeta Rosso inviate da Ingenuity

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’elicottero su Marte, Ingenuity, stavolta si supera e ci manda delle straordinarie immagini a colori di Marte

Sta per finire investito, la mamma lo salva

L’elicottero su Marte, Ingenuity, stavolta si supera e ci manda delle straordinarie immagini a colori di Marte. Nel corso del suo nono volo sul Pianeta Rosso, partito lo scorso 5 luglio, il velivolo ha scattato delle immagini che non dimenticheremo.

Ingenuity, il piccolo drone-elicottero separatosi dal rover Perseverance, si alza in volo per la nona volta dall’inizio della sua missione il 5 luglio alle 11.03 ora italiana, il personale della Nasa ha il fiato sospeso per un volo lungo, complicato e su terreno impegnativo.

Ma l’elicottero ce la fa, compie 625 metri, battendo i record di durata di volo e velocità di crociera e quasi quadruplicando la distanza percorsa tra due aerodromi. Ma soprattutto affrontando durante i suoi 2 minuti e 46 secondi in aria un’area chiamata ‘Séítah’ che sarebbe difficile da attraversare anche con un veicolo terrestre come il rover Perseverance, spiegano gli scienziati.

ingenuity foto a colori marte

©NASA/JPL-Caltech

Può sembrare strano che i dettagli del terreno abbiano la stessa importanza per un veicolo che viaggia nell’aria – spiega il responsabile del volo di Ingenuity Håvard Grip – Il motivo ha a che fare con il sistema di navigazione di Ingenuity e ciò per cui è stato originariamente progettato […] L’algoritmo non ha la percezione umana e la comprensione di ciò che sta guardando. Vede il mondo in termini di caratteristiche individuali e anonime, essenzialmente punti che si muovono nel tempo, e cerca di interpretare il movimento di quei punti. Per semplificare il lavoro […] abbiamo detto che quelle funzionalità si trovano tutte su un terreno pianeggiante.

In altre parole l’algoritmo “pensa” sia tutto piatto e non elabora variazioni nell’altezza del terreno. Ciò gli ha permesso di concentrarsi sull’interpretazione del movimento delle caratteristiche mediante i soli movimenti dell’elicottero. Ma sorgono complicazioni se poi si sorvola un terreno che non è proprio piatto. Come quello appena sperimentato.

Ma Ingenuity ce la fa e ci rimanda indietro delle immagini spettacolari. Che non possiamo far altro che ammirare.

Fonti di riferimento: Nasa / Haygen Warren/Twitter

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook