Vitamina D: quanto tempo devi stare al sole per fare il pieno

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La vitamina D è una vitamina essenziale per la salute generale del nostro organismo che viene prodotta principalmente in seguito all’esposizione al sole. Ma quanto tempo occorre esporsi al sole per assumere una quantità sufficiente di vitamina D?

La vitamina D è una vitamina essenziale per la salute generale del nostro corpo, che oltre ad essere presente in alcuni alimenti, viene prodotta principalmente dal nostro organismo in seguito all’esposizione al sole.

Si tratta una vitamina liposolubile, che ha il compito principale di garantire il corretto funzionamento del metabolismo delle ossa, aiutare il nostro corpo ad assorbire il calcio e proteggere i muscoli e il cuore.

Poiché la vitamina D è scarsamente presente negli alimenti, una sua eventuale carenza è estremamente comune e può favorire l’insorgenza di alcune patologie come: disturbi cardiovascolari, diabete, malattie autoimmuni e cancro.

L’esposizione al sole è il metodo migliore per scongiurare un’eventuale carenza, in quanto quando la nostra pelle entra in contatto con la luce solare, il nostro corpo converte il colesterolo presente nell’organismo in vitamina D.

Ma quanto tempo occorre esporsi al sole per fare il pieno di vitamina D? Vediamolo insieme.

Leggi anche: Vitamina D: l’importanza del sole e i miti da sfatare

Vitamina D ed esposizione solare

Come abbiamo visto, il nostro organismo è in grado di produrre vitamina D per via endogena quando i raggi ultravioletti (UV) della luce solare colpiscono la pelle e innescano la sintesi di questa sostanza.

Prendere il sole è estremamente salutare e quale miglior momento se non l’estate per fare il pieno di vitamina D? Bisogna, però, fare attenzione ad esporsi nel modo corretto.

Secondo la Fondazione Veronesi basterebbero 40 minuti al giorno per fare una scorta di vitamina D per tutto l’inverno.

Secondo uno studio dell’Università Politecnica di Valencia, durante l’inverno ci vogliono più di 2 ore di esposizione solare per ottenere la dose giornaliera raccomandata di vitamina D, mentre per il resto dell’anno varia tra 10 minuti in primavera ed estate e 30 minuti in autunno.

Conclusioni

Dunque, è possibile assicurarsi una buona dose di vitamina D senza fare alcuna fatica, semplicemente esponendoci al sole circa 10 minuti d’estate e un’ora d’inverno.

Ciò che è più importante però è utilizzare creme solari, soprattutto nelle ore più calde della giornata, in quanto è fondamentale per proteggere dai rischi del cancro della pelle, evitare arrossamenti ed eritemi e prevenire il foto invecchiamento della pelle.

Ti potrebbe interessare anche: Stare al sole con la crema solare blocca davvero la vitamina D?

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in sociologia e studentessa in media, comunicazione digitale e giornalismo. Curiosa e creativa, le sue passioni sono la scrittura, gli animali e il buon cibo. La sua lingua madre è il dialetto siciliano.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook