Il brindisi sicuro non esiste! L’unico modo per evitare rischi ed effetti dell’alcol è non bere

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una recente ricerca ha sottolineato come bere anche piccole quantità di alcol può comportare dei rischi per la salute, come cancro e malattie cardiache

La birra sporadica per seguire il calcio in televisione o il digestivo che mette fine ai pasti domenicali non sono privi di rischi: questo è quanto si afferma nel rapporto presentato dal Canadian Centre on Substance Consumption and Dependencies, ossia un documento preparato su richiesta del Ministero della Salute canadese.

Questo è quanto si legge:

La scienza si evolve e le raccomandazioni sul consumo di alcol devono cambiare. La ricerca ci dice che non esiste un tipo o una quantità di alcol che fa bene alla salute.

Il Canadian Centre on Substance Dependencies and Consumption (CCSA) avverte quindi che l’unico modo per non affrontare i rischi per la salute legati all’alcol è non consumarlo affatto.

Le ultime raccomandazioni del Ministero, che risalgono al 2011, limitano l’assunzione a un massimo di 15 drink standard a settimana per gli uomini e 10 per le donne.

Tuttavia, il rapporto, reso pubblico questo martedì, sottolinea che bere 1 o 2 drink a settimana è connesso a un rischio lieve, mentre il rischio moderato e più alto sono fissati, rispettivamente, a 3-6 settimane e 7 o più.

La CCSA definisce come bevanda standard una birra da 341 millilitri, un bicchiere di vino da 142 millilitri o un bicchiere di liquore da 42 millilitri con il 40% di alcol.

Il rapporto evidenzia, in particolare, i rischi legati al cancro al seno e al colon, nonché i problemi cardiovascolari, senza dimenticare che il consumo di alcol è causa anche di un gran numero di morti e feriti per incidenti stradali.

Di conseguenza, lo studio propone alle autorità di riscrivere i limiti massimi e anche un’etichettatura obbligatoria, che indichi e ricordi al consumatori, in modo più pronunciato, sia i rischi per la salute sia il numero di bevande standard per contenitore.

I parametri di riferimento su alcol e salute richiedono un cambiamento culturale, per aumentare la consapevolezza e aiutare a gestire meglio il rischio.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube 

Fonte: CCSA

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook