Spirulina: scoperto un nuovo effetto sorprendente nella memoria delle persone con Alzheimer

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un recente studio ha rivelato come l’estratto di etanolo presente nell’alga spirulina potrebbe avere un effetto positivo nell’alleviare i sintomi del morbo di Alzheimer, poiché va a contrastare e migliorare la memoria e l’attività cognitiva

La Spirulina maxima è una microalga marina nota per essere ricca di nutrienti ed è considerata uno degli integratori alimentari più efficaci per l’uomo, perché contiene molte sostanze bioattive. Di conseguenza, è stata studiata principalmente in attività biologiche come l’obesità e l’ipertensione.

Il nuovo studio è stato condotto per valutare la capacità della spirulina di migliorare la memoria negli anziani utilizzando l’estratto di etanolo al 70% di Spirulina maxima.

Lo studio

Si tratta di uno studio clinico randomizzato, in doppio cieco e controllato con placebo che comprendeva 80 volontari reclutati dal Jeonbuk National University Hospital di Jeonju, nella Repubblica di Corea. Tutti i partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a due gruppi.

I partecipanti hanno ricevuto 3 g/die di spirulina maxima o un placebo senza modificare la loro dieta o il livello di attività fisica.

I partecipanti sono stati esaminati al basale, e dopo un intervallo di 12 settimane per determinare se c’erano cambiamenti nei loro risultati per l’apprendimento visivo, la memoria di lavoro visiva e i test di apprendimento verbale.

Rispetto al gruppo placebo, il gruppo trattato con spirulina ha mostrato un miglioramento significativo nell’apprendimento visivo, nei risultati del test della memoria di lavoro visiva ed è stato riscontrato anche un miglioramento nel vocabolario. L’uso di spirulina maxima ha, quindi, migliorato la memoria senza avere effetti negativi.

Sulla base di questi dati i ricercatori hanno dichiarato che la sua efficacia nell’alleviare i sintomi del morbo di Alzheimer è stata verificata per la prima volta attraverso questo studio clinico. Quindi, l’estratto di etanolo al 70% di Spirulina maxima potrebbe svolgere un ruolo nella gestione dei pazienti con demenza.

Non perderti tutte le altre nostre notizie, seguici su Google News e Telegram

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook