“No, l’endometriosi non si cura con una gravidanza”, la rabbia di Giorgia Soleri per un consiglio non richiesto (e profondamente sbagliato)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

“Faccia un figlio così vede che l’endometriosi passerà”. È più o meno questo ciò che si sono sentiti dire Giorgia Soleri e il suo compagno, Damiano David, da un medico che aveva trovato la soluzione a tutti i mali: la gravidanza. Facciamoci un attimo caso: a quante di noi e quante volte ce l’hanno detto?

Il corpo della donna nuovamente relegato a contenitore di nuova vita. Un dono bellissimo per chi lo vuole accogliere, non fraintendetemi, ma quella “nuova vita” che può crescere in grembo non può essere la panacea di tutti i mali. Così come non può essere il deterrente, la parte buia e frenante di una carriera lavorativa spezzata a metà o, peggio, mai cominciata. Ma questa è un’altra storia.

E, invece, capita che – ancora – un medico sbrighi la pratica di una endometriosi certa con poche e banalissime parole: “faccia un figlio”. Una lama gelida che squarcia il petto e fa rivivere tutto il vissuto in un doloroso rewind. Ma davvero questa persona mi ha detto ciò?

Se l’è chiesto Giorgia Soleri, che quella affermazione se l’è sentita arrivare da un perfetto sconosciuto al quale si era rivolta per un semplice certificato.

Su Instagram, l’influencer che solo pochi giorni fa ha portato in Parlamento il tema della vulvodinia con una proposta di legge, racconta:

Ieri sono nuovamente stata vittima di gaslighting, disinformazione (e violenza psicologica, aggiungerei) da parte di un medico (che spoiler: non è neanche il mio medico, quindi non conosce la mia storia clinica) avendo urgentemente bisogno di un certificato medico che attestasse il mio stato di (non) salute per alcuni impegni lavorativi che ho dovuto annullare o prorogare. Ho chiamato un medico generico privato che mi visitasse (la mia dottoressa è ancora a Milano, storia lunga) mi prescrivesse una terapia e che mi consegnasse questo benedetto certificato.

La Soleri gli ha poi riferito di prendere diversi farmaci:

L’ho fatto per sapere se qualcuno di questi farmaci potesse avere un qualche tipo di interazione con quelli che prendo quotidianamente. E quando ho nominato l’endometriosi è stato detto a me e al mio compagno che era presente: ‘Ma lo sapete che la cura per l’endometriosi è una gravidanza? Dovreste fare un figlio subito’.

La gravidanza non cura niente. Lo ripetiamo nuovamente: non esiste cura per l’endometriosi. Se poi viene detto da un medico (nemmeno specializzato) che mi vede per la prima volta e viene chiamato per problemi di tutt’altro tipo, l’unica cosa che mi viene da dire: ‘Chi si fa i ca**i suoi, campa 100 anni.

Non riesco a spiegare a parole l’umiliazione, la frustrazione, la rabbia generata da quelle parole […] Mi si sono riempiti gli occhi di lacrime e si è chiusa la gola. […] Se non potete ascoltare, comprendere, empatizzare, supportare, fateci un favore: tacete.

giorgia soleri endo

©Giorgia Soleri/Instagram

Leggi anche: Dalla vulvodinia all’endometriosi: quando il dolore delle donne è senza voce e pieno di pregiudizi

Le cure per l’endometriosi

L’endometriosi è una condizione che si verifica quando l’endometrio si diffonde nei tessuti esterni all’utero rispondendo alle fluttuazioni ormonali che interessano l’endometrio uterino e, di conseguenza, portando a dolore e sanguinamenti. Circa il 10-20% delle donne tra i 25 e i 35 anni soffre di questa patologia cronica e, sebbene ci siano stati progressi nel trattamento dell’endometriosi, la ricerca di nuove terapie per le donne interessate è tuttora in corso e necessaria.

Ad oggi una cura definitiva ancora non c’è, gli anni di ritardo diagnostico continuano ad essere 7-10 pur colpendo (si stima, al ribasso) 1 persone assegnata femmina alla nascita su 10.

Una diagnosi precoce in caso di endometriosi può salvare dall’aggravamento della malattia e dall’infertilità. Dolori forti ed anormali, per esempio, durante le mestruazioni rappresentano uno dei sintomi più comuni dell’endometriosi.

Il 10% delle donne è colpito da questa malattia durante l’età riproduttiva. Alcune donne si trovano ad affrontare dolore pelvico cronico e durante i rapporti sessuali. L’endometriosi di solito viene trattata con i farmaci antidolorifici, con i farmaci ormonali e con la chirurgia, ma ci sono altre fonti importanti di aiuto che aprono le cure ad una visione globale della persona: il supporto psicologico, la giusta dieta, uno stile di vita adatto per migliorare le proprie condizioni di salute, l’aiuto che possono offrire le medicine complementari come l’omeopatia e l’agopuntura e i rimedi erboristici. Leggi qui: Endometriosi: rimedi efficaci per alleviare i sintomi.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook