Colesterolo alto: se stai assumendo statine, questo segnale su mani e piedi potrebbe essere un effetto collaterale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le statine sono farmaci assunti da chi soffre di colesterolo alto, non privi di effetti collaterali. Ecco alcuni segnali che possono essere un campanello d'allarme di presunti effetti collaterali

Lite tra elefanti

Le statine devono essere assunte per via orale, possono essere utilizzate sia da sole che in associazione ad altri principi attivi, per incrementare o estendere il loro effetto terapeutico. È molto comune che questi medicinali vengano prescritti, soprattutto dopo i 40 anni, per prevenire problemi al cuore legati all’eccesso di colesterolo.

Infatti oltre a ridurre i livelli di grassi nel sangue, come colesterolo e trigliceridi, le statine possono aiutare nel trattamento preventivo di malattie cardiache e ictus.

Le statine sono utilizzate per aiutare a ridurre i livelli di colesterolo LDL: questa forma “cattiva” di colesterolo blocca le arterie e può causare gravi complicazioni se non trattata.

Anche se largamente utilizzate, le statine presentano diverse controindicazioni e possono causare effetti collaterali che interessano varie parti del corpo come:

  • Mal di testa
  • Nausea
  • Vomito
  • Formicolio
  • Reazioni allergiche
  • Eruzioni cutanee

Per questa ragione, possono essere acquistate solo sotto prescrizione medica. Questi effetti collaterali sono solo potenziali piuttosto che garantiti.

Anche se le statine sono efficaci nel trattamento del colesterolo alto, gli scienziati sono sempre alla ricerca di altri metodi per abbassare il colesterolo che riducano la necessità di farmaci.

Uno degli effetti collaterali più rari è sicuramente il formicolio alle mani o ai piedi, questa sensazione può essere più lieve o più accentuata. Sebbene questa condizione non sia grave, vi invitiamo a contattare il vostro medico se la sensazione dovesse persistere per più giorni.

Da un recente studio pubblicato sul Journal of Nutrition, si evince come il consumo di barrette di cioccolato appositamente progettate potrebbe essere efficace quanto le statine nell’abbassare il colesterolo.

Gli scienziati hanno chiesto ai partecipanti di sostituire parte della loro dieta con queste barrette di cioccolato e frullati contenenti una varietà di ingredienti tra cui noci, semi e bacche.

Lo studio effettuato su questo campione ha rilevato che un mese dopo l’inizio del processo, l’individuo medio ha visto il proprio colesterolo LDL diminuire del 9%. Sorprendentemente, quattro partecipanti hanno visto il loro colesterolo scendere fino al 30 % in confronto a coloro che fanno uso di statine. (Leggi anche: Colesterolo alto: questa “barretta di cioccolato efficace quanto i farmaci” per abbassarlo)

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in comunicazione e attualmente studentessa di giornalismo, sogna di potersi avvicinare sempre di più a questo mondo e scoprirne ogni suo aspetto

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook