Queste sono le due migliori armi contro lo stress (non le trovi in farmacia, ma nella tua dispensa)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una sana e corretta alimentazione può avere un enorme impatto anche sulla salute mentale, lo confermerebbe uno studio per cui consumare più cibi fermentati e fibre ogni giorno può avere un effetto significativo sull'abbassamento dei livelli di stress percepiti

Oltre all’attività fisica, le tecniche di meditazione e rilassamento o i cambiamenti nello stile di vita, anche l’alimentazione ha un ruolo molto importante quando si tratta di affrontare lo stress. Infatti, anche se non ne sono stati ancora chiariti i meccanismi dalla scienza, una sana e corretta alimentazione può avere un enorme impatto anche sulla salute mentale, riducendo persino il rischio di molti disturbi mentali.

Tuttavia, una spiegazione di questo legame potrebbe essere quella della relazione tra il nostro cervello e il nostro microbioma, ossia l’insieme dei batteri che vivono nel nostro intestino. A tal proposito, un recente studio avrebbe dimostrato come consumare più cibi fermentati e fibre ogni giorno per sole quattro settimane abbia avuto un effetto significativo sull’abbassamento dei livelli di stress percepiti.

I ricercatori hanno reclutato 45 persone sane con diete relativamente povere di fibre, di età compresa tra 18 e 59 anni e per la maggior parte donne, divise successivamente in due gruppi e assegnati in modo casuale a una dieta da seguire per la durata di quattro settimane.

A circa la metà è stata assegnata una dieta con una maggiore quantità di fibre e cibi fermentati, nota come dieta “psicobiotica”, in quanto includeva una serie di alimenti collegati ad una migliore salute mentale. Dalle analisi condotte è emerso che coloro che hanno seguito la dieta psicobiotica hanno riferito di sentirsi meno stressati rispetto a quelli che hanno seguito la dieta di controllo.

Ti potrebbe interessare anche: Gli incredibili effetti benefici su mente e corpo di mangiare fiocchi d’avena ogni mattina

A conferma di ciò, un altro studio del 2021 condotto dalla Stanford School of Medicine avrebbe dimostrato come consumare cibi fermentati migliori la diversità microbiotica dell’intestino, con importanti effetti anche su altri aspetti della vita. Nello specifico, lo studio ha coinvolto 36 volontari adulti, divisi in due gruppi, i quali hanno cambiato il loro regime alimentare per dieci settimane: il primo gruppo includeva nella dieta cibi fermentati, il secondo gruppo, invece, includeva nella dieta cibi ad alto contenuto di fibre.

Dalle analisi è emerso che coloro che avevano aumentato il consumo di cibi fermentati hanno mostrato un importante cambiamento a livello della diversità microbica dell’intestino e un abbassamento dei livelli di proteine infiammatorie. Invece, il gruppo che aveva seguito una dieta ad alto contenuto di fibre ha evidenziato piccolissimi cambiamenti nel microbioma intestinale, ma un più grande quantitativo di carboidrati nei campioni di feci.

In conclusione, le diete ad alto contenuto di cibi fermentati non solo cambierebbero lo stato del nostro intestino e la salute del nostro sistema immunitario, offrendo una promettente soluzione per la diminuzione delle infiammazioni negli adulti, ma sarebbero anche in grado di migliorare i livelli di stress.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in sociologia e studentessa in media, comunicazione digitale e giornalismo. Curiosa e creativa, le sue passioni sono la scrittura, gli animali e il buon cibo. La sua lingua madre è il dialetto siciliano.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook