Cosa succede al tuo girovita se unisci il succo di melagrana con l’aceto?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sarai sorpreso di scoprire come unendo del succo di melagrana con l'aceto potrai eliminare il grasso viscerale, contrastare le adiposità localizzate e avere la pancia piatta. La conferma di uno studio.

Quello del grasso viscerale, anche detto grasso addominale, in realtà non è unicamente un problema estetico per via della cosiddetta pancetta, ma è una tipologia di grasso corporeo che si deposita tra gli organi interni della cavità addominale (intestino, stomaco e fegato) e che in alcuni casi può essere dannoso per la salute.

Infatti, il grasso viscerale non è pericoloso soltanto per le persone obese o in sovrappeso, anzi le persone normopeso correrebbero rischi ancora maggiori con l’accumulo del grasso in eccesso sull’addome, associato a un maggiore rischio di colesterolo alto, ipertensione e diabete di tipo 2.

In tal senso, intervenire nel ridurre il grasso viscerale potrebbe essere un passo importante per scongiurare gravi complicazioni. Sarai sorpreso di scoprire come semplicemente unendo del succo di melagrana con l’aceto potrai eliminare il grasso viscerale e ridurre gli accumuli adiposi della pancia.

A confermarlo è uno studio pubblicato sul Journal of Functional Foods, il quale avrebbe dimostrato il ruolo anti-obesità di una bevanda a base di aceto di melograno, un alimento coreano prodotto semplicemente mescolando un cucchiaio di aceto nel succo di melograno.

Leggi anche: Mangiare questo frutto ogni giorno riduce la pancia e il pericoloso grasso viscerale (soprattutto delle donne)

Lo studio

I ricercatori dello studio si erano posti l’obiettivo di osservare come una bevanda all’aceto di melograno potesse alleviare l’adiposità, in un campione di 78 donne in sovrappeso.

Le donne in sovrappeso avevano assunto aceto di melograno o un placebo per 8 settimane. Dalle analisi effettuate è emerso che bere aceto di melograno aveva comportato una significativa diminuzione della massa grassa viscerale.

Inoltre, l’aceto di melograno è risultato essere anche un eccellente attivatore dell’AMPK, ossia della proteina chinasi deputata alla regolazione del metabolismo. Si tratta, nello specifico, di un enzima in grado di aumentare la combustione del grasso immagazzinato e per questo una sua attivazione può esercitare effetti benefici sull’adiposità.

In conclusione, è bene ricordare che per ridurre il grasso viscerale è fondamentale adottare uno stile di vita sano. Smettere di fumare, seguire una dieta equilibrata, fare regolare esercizio fisico, dormire a sufficienza, cercare di ridurre lo stress e il consumo di alcol sono tutte azioni importanti da mettere in pratica a questo proposito.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in sociologia e studentessa in media, comunicazione digitale e giornalismo. Curiosa e creativa, le sue passioni sono la scrittura, gli animali e il buon cibo. La sua lingua madre è il dialetto siciliano.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook