Bevi latte tutti i giorni? Cosa potrebbe accadere al tuo corpo (e gli effetti collaterali secondo la scienza)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il latte vaccino è ancora un alimento molto presente sulle nostre tavole. Ma cosa accade al nostro corpo bevendolo tutti i giorni?

Ecco il carrello smart per la spesa

Il latte vaccino è ancora un alimento molto presente sulle nostre tavole. Ma cosa accade al nostro corpo bevendolo tutti i giorni?

Il latte vaccino, sebbene sia ancora un alimento molto consumato, potrebbe avere effetti dannosi sul corpo secondo alcuni studi, in particolare se assunto in grandi quantità.

Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche sulla quantità di latte più benefica e sugli effetti degli antibiotici e degli ormoni artificiali somministrati alle vacche da latte, possiamo intanto suggerire a chi lo vuole consumare di scegliere almeno latte biologico proveniente da mucche prive di ormoni della crescita. Anche le alternative al latte possono far parte di una dieta sana ed equilibrata.

Cosa accade se lo si beve tutti i giorni? Scopriamo insieme gli effetti collaterali legati al consumo quotidiano di latte.

Effetti collaterali del latte vaccino

Acne

Uno studio ha rilevato che gli adolescenti con l’acne hanno bevuto quantità maggiori di latte scremato o magro, e i latticini possono scatenare l’acne anche negli adulti. Altri studi hanno collegato l’acne al latte scremato e magro; ciò può essere dovuto all’influenza di questo alimento su alcuni ormoni, tra cui l’insulina e il fattore di crescita simile all’insulina-1 (IGF-1). Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per esplorare la connessione tra dieta e acne.

Condizioni della pelle

Alcuni alimenti possono peggiorare l’eczema, inclusi latte e latticini. Tuttavia, uno studio ha rilevato che le donne in gravidanza e in allattamento, che hanno aggiunto un probiotico alla loro dieta, hanno ridotto il rischio di eczema per il loro bambino, così come altre reazioni allergiche legate al cibo. I latticini possono anche essere un alimento scatenante di rosacea; infatti, uno studio recente suggerisce che questi possono effettivamente avere un effetto positivo su questa condizione.

Allergie

Fino al 5% di bambini ha un’allergia al latte, che può causare reazioni cutanee, come eczema, e sintomi intestinali, come:

Altre reazioni gravi includono:

  • anafilassi
  • difficoltà respiratorie
  • feci con sangue

I bambini possono crescere con un’allergia al latte, mentre gli adulti possono svilupparla anche dopo diversi anni.

Fratture ossee

Bere tre o più bicchieri di latte al giorno può aumentare il rischio di fratture ossee nelle donne. Una ricerca ha scoperto che ciò potrebbe essere dovuto a uno zucchero chiamato D-galattosio. Tuttavia, sono necessarie ulteriori studi prima di formulare raccomandazioni dietetiche. Inoltre, occorre notare che secondo un altro studio le fratture ossee negli anziani, dovute all’osteoporosi, sono più elevate nelle aree dove si consumano più latticini, proteine ​​animali e calcio.

Intolleranza al lattosio

Il latte di mucca ha una quantità di lattosio maggiore rispetto al latte di altri animali. Una revisione stima che il 65-70% della popolazione mondiale ha una qualche forma di intolleranza al lattosio.

Alternative al latte

Le alternative al latte vaccino per neonati e bambini con allergie alle proteine ​​del latte includono:

  • allattamento al seno: la migliore fonte di nutrimento
  • formule ipoallergeniche: prodotte con enzimi per abbattere le proteine ​​del latte. La lavorazione può danneggiare altri nutrienti
  • formule di aminoacidi: è meno probabile che causino una reazione allergica, ma anche in tal caso la lavorazione può danneggiare altri nutrienti
  • formule a base di soia

I latti vegetali sono adatti per le persone intolleranti al lattosio o vegane, e sono:

  • latte di soia: contiene una quantità simile di proteine; metà dei carboidrati e dei grassi del latte intero. Contiene estrogeni e ormoni vegetali
  • latte di mandorle: a basso contenuto di grassi; alto contenuto di calcio (se arricchito); alto contenuto di vitamina E e basso contenuto proteico; contiene acido fitico (impedisce l’assorbimento dei minerali)
  • latte di cocco: con poche calorie e carboidrati; metà del grasso e nessuna proteina; grassi saturi elevati
  • latte di avena: a basso contenuto di grassi; alto contenuto di fibre e di carboidrati; basso contenuto proteico
  • latte di anacardi: ha poche calorie e grassi, poche proteine e meno nutrienti
  • latte di canapa: con poche calorie e carboidrati; alto contenuto di acidi grassi essenziali e un basso contenuto proteico (anche se più di altri latti vegetali)
  • latte di riso: a basso contenuto di grassi, proteine ​​e sostanze nutritive; carboidrati alti
  • latte di quinoa: con basso contenuto di grassi, calorie e carboidrati, e anche un basso contenuto di proteine.

Le alternative al latte vaccino sono valide e, soprattutto, possono anche far parte di una dieta sana ed equilibrata.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Ti potrebbe interessare:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook