Quasi tutti la strappano via, ma questa è una pianta spontanea portentosa: è piena di omega 3

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Spesso considerata da molti come un'erbaccia o una pianta infestante, in realtà la portulaca è una pianta dalle grandi proprietà benefiche per il nostro organismo e ricca soprattutto di omega 3. Scopriamo insieme perché e come usarla in cucina per trarne tutti i suoi benefici.

Spesso considerata da molti come un’erbaccia o una pianta infestante, in realtà la portulaca è una pianta dalle grandi proprietà benefiche per il nostro organismo e ricca soprattutto di omega 3. Scopriamo insieme perché e come usarla in cucina per trarne tutti i suoi benefici.

La portulaca, Portulaca oleracea, è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Portulacaceae, che cresce spontaneamente e per questo motivo è spesso estirpata in quanto considerata un’erbaccia.

In realtà, è una pianta commestibile e altamente nutriente, che veniva considerata come pianta medicinale già nell’antico Egitto perché ricca di sostanze benefiche e soprattutto di acidi grassi omega-3.

Leggi anche: Portulaca come coltivarla sul balcone: trucchi e consigli per una fioritura perfetta

Proprietà nutritive della portulaca

Negli ultimi anni si parla spesso delle strepitose proprietà della portulaca, in quanto è stato scoperto che è una ottima fonte di acidi grassi polinsaturi di tipo omega 3.

Questi sono ricchi di benefici per il nostro organismo, utili a prevenire le una serie di malattie tra cui quelle cardiovascolari, ridurre i livelli di colesterolo LDL e trigliceridi, nonché una migliore circolazione del sangue.

Per esempio, semplicemente 100 gr. di foglie di portulaca contengono circa 350 mg. di acido α-linolenico, ossia acidi grassi facenti parte del gruppo di omega-3.

Veniva usata come rimedio naturale per il trattamento di diarrea, vomito, enterite acuta, emorroidi ed emorragie post-partum. Tuttavia, le foglie di portulaca possono essere utilizzate come impacco in caso punture di insetti, acne ed eczema.

Inoltre, la portulaca avrebbe anche proprietà:

  • Depurative
  • Diuretiche
  • Dissetanti
  • Digestive
  • Anti-diabetiche
  • Anti-batteriche
  • Anti-infiammatorie
  • Anti-ossidanti
  • Ipoglicemiche

Come utilizzarla in cucina

La portulaca viene spesso utilizzata in cucina a crudo, soprattutto per la preparazione di insalate ma anche come ingrediente per la preparazione di minestre, zuppe, condimenti, ripieni per ravioli e pasta fresca e frittate.

Vi basterà raccoglierla spontaneamente oppure coltivarla come erba aromatica e aggiungerla ai vostri piatti per beneficiare delle sue numerose proprietà nutritive.

Inoltre, anche i semini della portulaca si possono utilizzare per aggiungerli all’impasto del pane o ad un muesli per la prima colazione.

Ti potrebbe interessare anche: Pesto di Portulaca, la ricetta a costo zero per fare il pieno di Omega 3

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in sociologia e studentessa in media, comunicazione digitale e giornalismo. Curiosa e creativa, le sue passioni sono la scrittura, gli animali e il buon cibo. La sua lingua madre è il dialetto siciliano.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook