Porchetta di Ariccia ritirata per listeria: non consumatela. I lotti interessati

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ecco quali sono i lotti interessati dal ritiro previsto dal Ministero della Salute italiano per allarme listeria

Ecco quali sono i lotti interessati dal ritiro previsto dal Ministero della Salute italiano per allarme listeria

Il Ministero della Salute lancia l’allarme per un per possibile rischio microbiologico per i consumatori. Coinvolto un lotto di Porchetta di Ariccia IGP a marchio FA.LU.CIOLI srl, venduta affettata e in confezioni sotto vuoto da 180 grammi.

Il richiamo del Ministero è rivolto al lotto 270721 con data di scadenza o termine minimo di conservazione fissato al 25 ottobre 2021. Si tratta di un richiamo disposto in via precauzionale per la possibile presenza nella porchetta del batterio Listeria Monocytogenes – un batterio diffuso in natura che può contaminare diversi alimenti, come frutta, verdura, latte, formaggi freschi e carni poco cotte. La conseguenza per l’uomo della contaminazione è il possibile sviluppo della listeriosi, un’intossicazione alimentare che provoca generalmente episodi di diarrea.

@ Ministero della Salute

Mentre il produttore si sta adoperando nel richiamo dei pezzi invenduti, a chi ha già comprato questa porchetta si consiglia di non mangiarla ma di riportare la confezione al punto vendita dove è stata acquistata. 

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Ministero della Salute

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook