@madrabothair/123rf

Meteo: la svolta dopo Ferragosto con crollo di temperature di oltre 10 gradi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Finalmente sta per concludersi la settimana più calda dell’estate. Ieri a Siracusa sono stati raggiunti addirittura 48,8 C°, un preoccupante record storico per l’Europa, ma per fortuna presto l’opprimente caldo africano ci darà tregua. Dopo Ferragosto, infatti, si prevede un brusco calo delle temperature in diverse regioni italiane. Per avere un po’ di refrigerio bisognerà attendere, però, ancora qualche giorno.

Leggi anche: L’Italia sta per tingersi di rosso, in arrivo la sabbia del Sahara che colorerà i cieli di queste Regioni

Ancora caldo intenso fino a ferragosto

Il clima resterà infuocato su tutta Italia, specialmente al Sud, fino al weekend di Ferragosto. Soltanto nelle aree alpine ci sarà qualche rovescio e qualche breve temporali, dovuti all’arrivo delle correnti umide occidentali. A partire già da domani  le temperature continueranno a salire, specialmente nelle regioni del Nord e del Centro, dove l’afa si farà insopportabile. Nelle zone centrali della Val Padana si raggiungeranno picchi di 35/36°C, fino a 38°C sulle zone interne di Toscana, Lazio ed Umbria, che si registreranno anche in Campania, Puglia, Calabria e Sicilia. In Sardegna, invece, il termometro sfiorerà i 40°C nella pianura del Campidano. 

E l’ondata di caldo resterà stabile anche il giorno successivo. Nella giornata di domenica le temperature saliranno ancora, soprattutto nelle regioni del Nord e del Centro, con picchi compresi tra 38°C e 40° sulla bassa Val Padana e nelle Marche. 

La tregua dall’anticiclone africano 

Dopo un ferragosto di fuoco, arriverà un po’ per tutti la tregua dal caldo intenso. Con l’arrivo della prossima settimana, l’anticiclone africano  lascerà il posto all’aria fresca proveniente dal Nord Atlantico, accompagnata da diversi temporali. A partire da martedì è previsto un brusco calo delle temperature, in alcune regioni anche di dieci gradi, già a partire da martedì 17, giornata in cui sono attesi diversi acquazzoni in gran parte dell’Italia settentrionale, in particolare in Veneto, in Emilia-Romagna e Lombardia. Invece, tra mercoledì e giovedì venti freschi, accompagnati da temporali, si affacceranno sulle regioni centrali e finalmente anche al Sud. 

Insomma, il fresco arriverà e molto presto il caldo insopportabile degli ultimi giorni sarà soltanto un (brutto) ricordo. Ma bisogna ancora pazientare un po’!

Seguici su Telegram Instagram Facebook TikTok Youtube

Fonte: Meteo Giuliacci/Servizio metereologico Aereonautica Militare

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook