I pediatri della Puglia e del Lazio offrono assistenza gratuita ai bambini ucraini

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I pediatri pugliesi e del Lazio forniranno assistenza gratuita ai bambini ucraini arrivati in Italia per sfuggire alla guerra

Sono migliaia le famiglie ucraine fuggite dalla guerra nei Paesi confinanti come la Romania. Centinaia sono già approdati anche in Italia, fra cui numerosi bambini, la cui infanzia è stata stravolta dal dramma del conflitto. Tantissimi gli italiani che stanno aprendo le porte delle loro case e si stanno mobilitando per trovare un posto sicuro per i profughi, in particolare i minori. E un grande gesto di solidarietà arriva anche dai pediatri del Lazio e della Puglia, che hanno deciso di offrire assistenza gratuita ai bambini ucraini sia presso i loro studi che nei consultori delle Asl.

Abbiamo deciso di mettere a disposizione l’hub di Stazione Termini per una prima accoglienza delle persone che stanno fuggendo dalla guerra, l’intero sistema sanitario è allertato ed è importante questa sinergia con i pediatri perché la maggioranza delle persone da assistere sono donne con bambini – ha annunciato l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato – Stiamo facendo tutto il possibile per offrire la migliore assistenza sanitaria possibile con un grande spirito di solidarietà.

Per ricevere l’assistenza basterà inviare una mail all’indirizzo pediatri.ucraina@gmail.com, indicando il proprio domicilio per essere indirizzati al pediatra disponibile più vicino.

Anche la Regione Puglia è già scesa in campo per accogliere e assistere i più piccoli.

A seguito della grave emergenza umanitaria in Ucraina e ai flussi migratori di profughi che si stanno determinando, la Regione Puglia e tutte le organizzazioni dei pediatri di libera scelta Fimp-Cipe-Simpef hanno sottoscritto un accordo. – han annunciato l’assessore regionale alla Sanità Rocco Palese – I pediatri di libera scelta si impegnano a fornire gratuitamente assistenza ai minori provenienti dalla Ucraina in tutti gli studi convenzionati della Regione Puglia e in eventuali centri di assistenza organizzati dalla stessa Regione. Inoltre, i pediatri si impegnano a diventare parte attiva nel procurare beni e generi di prima necessità, anche con l’utilizzo di fondi delle proprie associazioni, da consegnare direttamente a cittadini ospiti in difficoltà.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonti: Regione Lazio/Regione Puglia

Ti consigliamo anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook