Tuo figlio è plusdotato? I segnali per riconoscere i bambini gifted (e come aiutarli)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Hai mai sentito parlare di plusdotazione? I bambini plusdotati hanno un'intelligenza superiore alla media. E questo può sembrare fantastico, ma lo è solo in parte. I bambini plusdotati se non capiti possono provare bassa autostima, forte frustrazione, disregolazione emotiva, isolamento sociale,. Tuo figlio è plusdotato? Ti spieghiamo come individuare un bambino gifted, ma soprattutto come aiutarlo

I bambini plusdotati spesso si distinguono dagli altri per svariati motivi, dalla loro enorme curiosità al loro enorme senso di giustizia, per cominciare.

Di fatto, ogni gifted è diverso, ma questi bambini nascono con abilità naturali ben al di sopra della media per la loro età. Ad esempio, un bambino potrebbe essere dotato in modo creativo e intellettuale, oppure avere una coordinazione fisica e una memoria superiori alla media, o una maggiore maturità sociale ed emotiva rispetto ad altri bambini della sua età.

Nello specifico questi bambini presentano differenze neurologiche poiché hanno una diversa traiettoria di sviluppo intellettuale, accademico e socio-emotivo rispetto agli individui neurotipici. Il loro pensiero è detto “arborescente”. Queste differenze sono descritte in dettaglio in “The Neuroscience of Giftedness“, una serie di articoli di GRO, l’organizzazione Gifted Research and Outreach.

Come la maggior parte delle persone, gli studenti altamente capaci sono individui unici con talenti e interessi vari e sfaccettati. Alcuni dimostrano padronanza in più aree, mentre altri eccellono in una singola materia.

Caratteristiche dei bambini dotati

I bimbi plusdotati hanno varie caratteristiche, attraverso cui è possibile individuarli, come:

  • Imparare molto velocemente e facilmente
  • Avere davvero un’ottima memoria e una curiosità disarmante
  • Sanno usare pensiero astratto e critico in modo stupefacente rispetto alla loro età
  • Solitamente hanno una grande competenza verbale e possono imparare a scrivere e leggere precocemente e da soli
  • Hanno un forte  senso dell’umorismo
  • Sono spesso perfezionisti
  • Hanno capacità di comprendere materiale di diversi livelli scolastici superiori ai loro coetanei
  • Possiedono sorprendente profondità emotiva e sensibilità già in giovane età
  • Mostrano forte entusiasmo verso diversi interessi e argomenti specifici e settoriali
  • Hanno un senso dell’umorismo molto sviluppato, possono amare i giochi di parole
  • Posseggono capacità di risoluzione creativa dei problemi ed espressione fantasiosa
  • Sono caratterizzati da una capacità di assorbire rapidamente le informazioni senza bisogno di ripetizioni
  • Mostrano maggiore consapevolezza sociale e di sé stessi
  • Possono preferire la compagnia dei bambini più grandi o degli adulti
  • Sanno usare il problem solving, anche se a volte in maniera diversa dal consueto

Naturalmente, ogni soggetto è unico e può presentare un mix di questi tratti o solo due in modo molto intenso.

Come riconoscere i bambini plusdotati

Gli individui profondamente dotati ottengono punteggi alti nei test del QI (si parte da 120-129 per i moderatamente pludotati) e hanno un livello eccezionalmente alto di abilità intellettuale. Questo non sempre si riflette sul rendimento scolastico. I bambini gifted possono riscontrare molte difficoltà nell’ambiente scolastico, per noia, per un meccanismo di adattamento al ribasso o perché non si sentono capiti.

Possono essere riconosciuti perché presentano determinate caratteristiche come:

  • comprensione rapida: una capacità avanzata di apprendere ed elaborare rapidamente le informazioni, combinata con la necessità di una stimolazione mentale costante; gli studenti profondamente dotati spesso lavorano a un ritmo diverso rispetto ai coetanei neurotipici, andando molto avanti o fermandosi per immergersi profondamente nelle loro aree di interesse.
  • comprensione intuitiva delle nozioni di base: difficoltà a concentrarsi su compiti che non sono intellettualmente impegnativi, inclusi materiali ripetitivi o compiti meccanici; i bambini profondamente dotati spesso hanno bisogno di meno pratica per padroneggiare un’idea o un concetto.
  • interessi divergenti: una vivida immaginazione e interessi di nicchia possono rendere difficile la connessione con i coetanei; infatti, gli studenti profondamente dotati possono cercare bambini più grandi o adulti che condividono i loro interessi, oppure possono entrare in contatto con bambini più piccoli che sono molto più flessibili nel pensiero e si impegnano in attività immaginarie. Saltano da un pensiero all’altro e sono in grado di elaborare soluzioni fantasiose o incomprensibilmente corrette.

Come aiutare i bambini plusdotati

Questi bambini possono diventare altamente frustrati, essere considerati “bizzarri”, sfidanti, ribelli e indiscreti. Questo può comportare bassa autostima o, per esempio, isolamento sociale. I bambini plusdotati, al contrario di quanto si possa credere, vanno aiutati.

Senza alcuna pretesa specialistica, ecco alcuni consigli utili da cui partire. L’invito resta sempre quello di rivolgersi a dei professionisti.

Fornisci loro gli strumenti di cui hanno bisogno

Questo è qualcosa che un genitore farebbe per qualsiasi figlio, indipendentemente dal livello di abilità, ma per i bambini dotati può richiedere un po’ più di impegno. In molti casi, può semplicemente significare renderli più indipendenti, oppure fornire una pausa dallo studio, o ancora può significare organizzare visite ai musei e altre attività per incoraggiare gli interessi del bambino.

Chiedi aiuto

Ricorda che essere dotato è in molti paesi considerato un “bisogno educativo speciale”, proprio come l’autismo o avere difficoltà di apprendimento. Avere un bambino dotato non vuol dire che sia facile. Per quanto ti senti fortunato, potresti trovarti in difficoltà e, in queste circostanze, va bene chiedere aiuto, confrontandoti con gli insegnanti e facendo effettuare una valutazione da un NPI.

Ma non si tratta solo di trovare il giusto supporto per il proprio figlio, si tratta anche di avere una buona rete di supporto per il genitore. Ciò potrebbe tradursi nel conoscere altri genitori di bambini dotati, con cui condividere idee e sfogare frustrazioni.

Sapere semplicemente che altre persone hanno incontrato le tue stesse difficoltà può essere molto rassicurante.

Fornisci sfide intellettuali

Puoi aiutare il tuo bambino fornendogli sfide intellettuali, ad esempio assegnandogli compiti più difficili e anche più stimolanti.

Sii onesto con loro riguardo le loro capacità

Non nascondere la verità è un atto importante per aiutare questi bambini, hanno bisogno di sapere esattamente come stanno le cose. Ma lo è altrettanto far loro conoscere i limiti di ciò che significa essere dotati. I bambini gifted, per esempio, possono avere una forte disregolazione emotiva per via della discrepanza tra il QI e la maturità interiore.

Combinare la fiducia in se stessi con l’umiltà, specialmente per chi è plusdotato, può essere molto impegnativo ma, con il giusto supporto e impegno, tuo figlio diventerà un adulto felice e completo. Anche se sarà molto faticoso, come solo un gifted può essere da crescere.

In Italia ci sono molte associazioni che si occupano di plsudotazione, tra le altre segnaliamo:

Come letture, invece, consigliamo per iniziare a informarsi:

  • Alto potenziale cognitivo e doppie eccezionalità di Ermelinda Maulucci
  • ABC per l’APC 2.0 di Giovanni Galli
  • Troppo intelligenti per essere felici di Jeanne Siaud Facchin

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok |   Youtube

Fonte: GRO

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook