Restituiti i due taccuini di Darwin scomparsi nel 2001 con tanto di “buona Pasqua” da parte del mittente

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La biblioteca dell'University of Cambridge ha ricevuto indietro i due taccuini del naturalista Charles Darwin che erano stati rubati più di 20 anni fa e di cui si erano perse definitivamente le tracce. Il mittente ha persino augurato una felice Pasqua alla bibliotecaria

Quanta frutta e verdura dobbiamo mangiare ogni giorno?

Per oltre 20 anni la Cambridge University Library aveva lanciato disperatamente appelli sul web e non per poter recuperare due preziosissimi taccuini appartenuti a Charles Darwin che era stati rubati nel gennaio del lontano 2001.(Leggi anche:Scomparsi dalla biblioteca di Cambridge due preziosi taccuini di Charles Darwin. Probabilmente sono stati rubati)

Uno di questi conteneva il famoso schizzo dell’albero della vita, da cui il naturalista inglese elaborò la sua teoria dell’evoluzione.

Su Youtube la dottoressa e bibliotecaria Jessica Gardner aveva espresso il suo enorme dispiacere, chiedendo l’aiuto di tutti per poter ritrovare i due taccuini che risalirebbero verso alla prima metà dell’Ottocento, ossia al periodo in cui Darwin fece rientro dalle Isole Galapagos.

La prestigiosa università si era messa da subito in contatto con le forze dell’ordine britanniche, con tutta una serie di associazioni di antiquari ed esperti di ogni parte del mondo, sperando che qualcuno avesse pensato di rivendere quegli appunti così celebri, ma nulla. 

A marzo però la svolta che nessuno credeva ormai più possibile. Nella biblioteca di Cambridge qualcuno ha lasciato una busta da regola rosa con dentro una confezione. Nel pacchetto, accuratamente incartati, vi erano i due taccuini con i loro scatoli originali. 

Non si sa molto su chi li abbia restituiti, ma dopo due decadi i taccuini sono ritornati finalmente “a casa loro”. 

I quaderni di viaggio non sono stati l’unica cosa che la dottoressa Gardner ha trovato, sul pacco era infatti stato stampato un messaggio rivolto proprio a lei:

Buona Pasqua bibliotecaria

X”

Fonte: University of Cambridge

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook