Ancora aperta ‘Framed Stories. Folli e Vittime’, la toccante mostra dove 50 assi di water raccontano storie di violenza

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

È stata prorogata fino al 29 gennaio ‘Framed Storie. Folli e Vittime’, la toccante mostra di Amalia del Ponte, dove 50 assi di water raccontano storie di violenza, spesso nascoste dietro veli di silenzi. L’installazione è ospitata presso la Sala Colonne di Fabbrica del Vapore a Milano, è gratuita e si può visitare tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00

Aprire assi di water e ascoltare storie di violenza: questo il toccante viaggio che ci aspetta nella Sala Colonne di Fabbrica del Vapore a Milano, che ospita ancora fino al 29 gennaio ‘Framed Stories. Folli e Vittime’ di Amalia del Ponte. Un modo per dare voce a chi non ha avuto voce dietro veli di assordanti silenzi.

200 assi di water, 50 dei quali parlanti, che denunciano diverse violenze, spesso celate, testimonianze raccolte in parte dal Podcast ‘Esteri’ di Radio Popolare, con le voci di alcuni studenti dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino.

Come si legge sulla pagina web dell’installazione, a ogni asse corrisponde una voce, una vita, una violenza subita e denunciata, storie di abusi fisici e psicologici, guerre e bombardamenti, mutilazioni e soprusi, disuguaglianze, razzismi e totalitarismi provenienti da ogni angolo del mondo.

A me hanno dato 5.000 dollari per vendere il rene di mio figlio. Il mio non l’hanno voluto

E anche

Io, Siripala, con altri pescatori ormai da tanto tempo trasciniamo a terra più plastica che pesce. Così che alla fine sono rimasto da solo e tutti gli altri hanno migrato nei paesi arabi dove sono schiavizzati, a detta della mia famiglia”

Ma perché dentro l’asse di un water? No, non è solo un “accostamento facile”.

Sotto la superficie linda e igienica delle assi, di Ideal Standard, si celano miserie quotidiane che troppo spesso ignoriamo – spiega la pagina – Sollevare il coperchio significa letteralmente dar loro una voce, perché lo sciacquone possa poi lavar via il dolore

La mostra è aperta fino al 29 gennaio tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00 e l’ingresso è libero.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonti: Fabbrica Del Vapore / Comune di Milano – Cultura/Facebook

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook