uccellimarini plastica

Inquinamento marino: più del 90% degli uccelli marini ha tracce di plastica nelle viscere. E non ci sarebbe neanche tanto da meravigliarsi, se consideriamo tutti i rifiuti che si trovano già solo sulle spiagge.

Gli uccelli, insomma, mangiano quantità "astronomiche" di rifiuti marini che scambiano per uova di pesce e le zone dove più si verifica questo triste fenomeno sono quelle dell'Australia e della Nuova Zelanda (con gli albatros in testa).

Un team australiano di scienziati ha studiato gli uccelli e i rifiuti marini e ha scoperto che molti più volatili marini sono stati colpiti rispetto a stime precedenti. La cifra oggi è molto più alta già rispetto a pochi decenni fa, quando "solo" il 10% degli uccelli marini sono stati trovati nel 1980 con plastica nei loro organi.

Lo studio, che è stato pubblicato negli Atti della National Academy of Sciences, ha esaminato 186 specie di uccelli marini e analizzato informazioni sulla spazzatura che si trova nei loro habitat, oltre al comportamento alimentare e al corpo formato in modo tale da consentire - loro malgrado - l'ingestione di plastica. I ricercatori hanno anche considerato studi di ingestione di plastica da parte di diverse specie di uccelli marini dal 1962 al 2012.

uccellimarini plastica1

"Questo è davvero un problema che riguarda ogni singola persona e le loro abitudini quotidiane", dice Boris Worm, un professore di biologia presso la Dalhousie University.

Gli studiosi australiani hanno insomma determinato che il 90% degli uccelli ha plastica nelle proprie viscere e il numero aumenterà nei prossimi decenni se le abitudini delle persone non cambiano. "Prevediamo che l'ingestione delle materie plastiche è in aumento in uccelli marini, [e] raggiungerà il 99% di tutte le specie entro il 2050".

Inutile dire che l'ingestione di tutta questa plastica può portare non solo all'avvelenamento degli stessi uccelli, ma anche al blocco intestinale e ad altre complicazioni.

"Il più grande problema – concludono – è la rapida crescita economica e la maggiore utilizzazione di materie plastiche usa e getta in molte parti del mondo, in cui la raccolta e la gestione dei rifiuti [come stoccaggio sicuro e il riciclaggio] non sono cresciute di pari passo".

Vale a dire, i rifiuti non vengono smaltiti bene in nessuna parte del mondo. E dagli uccelli a tutta la catena alimentare si passa in un batter d'occhio.

Germana Carillo

Photo Credit

LEGGI anche:

Plastica negli oceani: trovato appena l'1%. Dov'è finita? nello stomaco di pesci e uccelli

La plastica degli oceani sta avvelenando anche i balandi degli scogli

Oceani di plastica: quando i nostri rifiuti uccidono i capodogli. Ecco cosa fare

Inquinamento oceani: 4 soluzioni alle isole di plastica

casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram