cavallo palio asti

Nonostante la morte di un cavallo, oggi si correrà ancora. Il Palio di Asti, che avrebbe dovuto svolgersi nel pomeriggio di domenica 15 settembre, è stato sospeso a causa di un grave incidente che ha provocato la morte di uno dei cavalli in gara. La manifestazione riprenderà nel pomeriggio di oggi, lunedì 16 settembre. La tragedia - annunciata - non fermerà le corse.

Lo sfruttamento dei cavalli, per puro divertimento, prosegue. Oggi si correrà di nuovo e la morte del cavallo Mamuthones, del rione Santa Maria Nuova, sembra essere stata liquidata come un normale incidente di percorso. Non è la prima volta che in occasione del Palio di Asti o di manifestazioni analoghe ci troviamo di fronte alla morte di un animale.

Come ricorda la LAV, che era presente al momento dell'incidente, la responsabilità della sicurezza dei cavalli ricade pienamente sul comitato organizzatore del palio. Dovranno dunque essere rispettate le disposizioni della normativa vigente. Sarà inoltre necessario valutare i rischi legati alle condizioni meteorologiche e allo stato della pista. La Lega Anti Vivisezione ha comunicato che interverrà per accertare ogni responsabilità relativa alla morte del cavallo, definendola una tragedia annunciata.

Il sindaco di Asti, Fabrizio Brignolo, ha sospeso la gara di ieri dopo il decesso del cavallo. La morte dell'animale è avvenuta sul colpo. I soccorsi sono stati tempestivi, ma non sono serviti a salvarlo. L'incidente è stato causato dal maltempo, dalle cattive condizioni della pista o dalla distrazione del fantino?

Le immagini pubblicate da Animal Amnesty mostrano la dinamica dell'accaduto. Il fantino, Jonatan Bertoletti, avrebbe dato al cavallo l'avvio per partire, assestando due forti nerbate, prima del dovuto. Il cavallo avrebbe dunque iniziato la propria corsa, andando a sbattere contro un canapo da 1000 chili.

L'animale, dopo essere caduto a terra con tutto il proprio peso e dopo aver sbattuto la testa, sarebbe morto all'istante. Sarà ora compito delle autorità eseguire gli opportuni accertamenti. La speranza è che incidenti tanto gravi non accadano mai più e che le manifestazioni "tradizionali" incentrate sullo sfruttamento di animali possano trasformarsi in eventi pacifici e privi di violenza.

palio di asti cavallo morto

fonte foto: facebook.com/AnimalAmnesty

Come ricorda l'Enpa in una nota, sono addirittura 3 i cavalli deceduti negli utlimi mesi nel corso di eventi analoghi: ad aprire una cavalla era morta alla Quintana di Foligno, seguita dal cavallo del Palio di Monselice e, infine, da quello di Asti. L'Enpa ha incaricato il proprio ufficio legale di verificare che nei casi in questione siano state rispettate tutte le prescrizioni normative e, nel caso in cui dovessero emergere eventuali infrazioni o inadempienze, è pronta ad agire nelle sedi opportune contro i responsabili. A quali altre tragedie dovremo ancora assistere prima che gli organizzatori dei palii - e di altre simili manifestazioni - decidano di dire basta?

Marta Albè

casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram