Quei bulldozer che stanno radendo al suolo i cactus protetti della riserva UNESCO per costruire il muro di Trump

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La costruzione del muro voluto da Trump al confine tra Stati Uniti e Messico sta distruggendo l’Organ Pipe Cactus National Monument, il monumento nazionale degli Stati Uniti d’America e riserva della biosfera UNESCO situato nell’estremo sud dell’Arizona.

Kevin Dahl, impiegato presso la National Parks Conservation Association, ha girato un video che mostra i bulldozer mentre devastano questo prezioso monumento nazionale, voluto per proteggere i cactus Saguaro simbolo dell’Arizona, per fare spazio alla costruzione del nuovo muro.

La distruzione a cui è stato testimone Dahl è avvenuta dove è prevista una striscia di 78 miglia del muro di Trump e smentisce le promesse del governo in merito alla conservazione del monumento.

Il Dipartimento della sicurezza nazionale aveva infatti dichiarato l’intenzione di voler trasferire i cactus: le immagini riprese da Dahl e diffuse online sono invece in netto contrasto con quelle pubblicate dall’esercito americano, in cui i cactus Carnegiea gigantea vengono estratti con cura dal terreno per permetterne la ricollocazione in un’altra area.

Il muro di Trump sta distruggendo uno degli ecosistemi più incontaminati del deserto di Sonora: l’Organ Pipe Cactus National Monument è in pericolo, così come lo sono le specie animali, i siti sacri indigeni e le aree selvagge oggetto di una pesantissima devastazione, come sottolinea Laiken Jordahl, attivista presso il Center for Biological Diversity.

L’impatto ambientale del muro di Trump sarà ancora maggiore quando sarà terminato. L’attuale recinzione che delimita il confine tra Stati Uniti e Messico, infatti, rispetta la flora e la fauna selvatiche e consente la migrazione degli animali.

Il muro di Trump, a causa delle sue dimensioni, renderà impossibile le migrazioni della fauna, che sarà incapace di superare la barriera.

Le autorità avevano assicurato che sarebbero state garantite piccole aperture per consentire il passaggio agli animali ma gli ambientalisti nutrono forti dubbi in merito, data la scarsa attenzione all’ambiente dimostrata dall’amministrazione di Trump.

Leggi anche:

Tatiana Maselli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook