bidoni tossici-340x236

Ricordate la storia di Gorgona e dei fusti di tossici persi dall'eurocargo Venezia della Grimaldi Lines il 17 dicembre del 2011? Erano 71 i bidoni dispersi (solo 127 furono ritrovati). Bene, sono ancora lì. Flora e fauna dell'arcipelago toscano ringraziano.

Oggi, il ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi è chiamato a rispondere sull'incidente in Commissione Ambiente alla Camera all'interrogazione degli onorevoli Realacci e Mariani e su quella analoga a prima firma dell'onorevole De Rosa sottoscritta da altri parlamentari Cinque Stelle.

Lo scorso dicembre, Realacci aveva già presentato un'interrogazione sul caso ai ministri dell'Ambiente e della Salute, "per sapere a che punto sia il monitoraggio dell'area in cui occorse l'incidente e quali siano le iniziative in atto per arrivare al completo recupero dei fusti tossici ed escludere definitivamente qualsiasi rischio per la salute dei cittadini e dell'ambiente e come si intenda assicurare alle autorità competenti le risorse necessarie alle operazioni di recupero".

40 le tonnellate di sostanze tossiche disperse sui fondali del Tirreno, a circa 20 miglia dalla costa di Livorno e nel bel mezzo del Santuario dei cetacei, una delle aree marine protette più importanti d'Europa. Le sostanze sono dei veri e proprio catalizzatori di ossidi di cobalto altamente infiammabili se asciutti ed è per questo che da subito Legambiente Arcipelago Toscano ha chiesto alle istituzioni un impegno forte per la ricerca e il recupero dei fusti. Fusti che, come spiega Realacci "potrebbero essersi inabissati fra l'isola di Gorgona e il banco di Santa Lucia".

L'interrogazione è volta anche a sapere se la compagnia Grimaldi Lines sia stata chiamata a concorrere al recupero dei fusti e a sostenerne i costi, se si intenda accertare l'esatta dinamica dell'incidente e se si intenda determinare il danno ambientale provocato dall'incidente stesso.

Una questione ancora largamente aperta, insomma. E intanto in fondo al mare giacciono delle bombe.

Germana Carillo

LEGGI anche:

- Fusti tossici eurocargo "Venezia": individuati con buona approssimazione a nord-ovest dell'isola di Gorgona

- Fusti tossici nel Santuario dei cetacei: urge chiarezza e il recupero dei veleni

banner guida pulizie

Scrittori di classe

Come iscrivere la tua scuola a "salvare il Pianeta”, il concorso di Conad e WWF

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
settimana riduzione rifiuti 2018
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram