confronto gelati creme

La bella stagione è anche, per tanti amanti del gelato, la stagione di coni, coppette e vaschette da comprare e gustare a casa. Ma a cosa dobbiamo stare attenti se vogliamo scegliere un gelato confezionato di maggiore qualità

Freschi, gustosi e amati dai bambini, i gelati alle creme (cioccolato, panna, crema, stracciatella, ecc.) sono spesso i più apprezzati anche se maggiormente calorici e grassi rispetto alle varianti alla frutta. Se andiamo al supermercato nel reparto surgelati troviamo diverse possibilità di acquisto e non è sempre facile orientarsi.

Anche in questo caso per fare una scelta consapevole è bene leggere etichette e valori nutrizionali dei singoli prodotti e solo dopo decidere quello che ci convince di più. Non facciamoci insomma abbindolare da frasi, foto e confezioni ma andiamo a vedere l'essenziale, ovvero cosa c’è dentro a ciò che portiamo in tavola.

Un buon gelato non dovrebbe contenere una lunga lista di ingredienti ma spesso purtroppo non è così. L’alternativa è sempre quella di prepararsi in casa un ottimo gelato (anche senza gelateria) partendo da ingredienti che potete scegliere di ottima qualità e di provenienza biologica. Di seguito alcune ricette da cui potete prendere spunto:

Mettiamo ora a confronto i più noti e utilizzati gelati alle creme confezionati in vaschetta, quelli che probabilmente anche voi avete in casa o vi è capitato di acquistare.

GELATI IN VASCHETTA, ETICHETTE A CONFRONTO

Cioccolato fondente - Carte D’or

carte dore cover

Ingredienti: Gelato al cioccolato fondente (2% di cioccolato fondente con il 70% di solidi del cacao dell'Ecuador) con pezzetti di cioccolato fondente (70% di solidi del cacao dell'Ecuador)(2,5%). Ingredienti: LATTE scremato reidratato, zucchero, cacao magro in polvere¹, olio di cocco, sciroppo di glucosio, sciroppo di glucosio-fruttosio, pasta di cacao¹, LATTOSIO e proteine del LATTE, emulsionanti (mono- e digliceridi degli acidi grassi, fosfatidi d'ammonio), addensanti (farina di semi di carrube, gomma di guar, carragenina), tuorlo d'UOVO, farina di GRANO tenero, pasta di NOCCIOLE. Può contenere: altra frutta secca a guscio e arachidi. ¹Cacao Certificato Rainforest Alliance™.

carte dore tabella

Crema e Cioccolato La Cremeria – Motta

motta cover

Ingredienti: Latte scremato reidratato, zucchero, sciroppo di glucosio, oli vegetali (palma, cocco), destrosio, cacao magro 2,5%, siero di latte in polvere, tuorlo d'uovo 1,5%, pasta di cacao, addensanti (farina di semi di carrube, gomma di guar, carragenina), emulsionanti (mono- e digliceridi degli acidi grassi, lecitine di soia), burro di cacao, aromi naturali, estratto di carota. Può contenere frutta a guscio.

motta tabella

Cioccolato e stracciatella senza lattosio La Cremeria – Motta

senza lattosio cover

Ingredienti: Latte scremato reidratato, sciroppo di glucosio, zucchero, olio di cocco, destrosio, cacao magro, pasta di cacao, burro di cacao, addensante (farina di semi di carrube, gomma di guar, carragenina), emulsionante (mono- e digliceridi degli acidi grassi, lecitine di soia), latte scremato in polvere, aromi naturali, aroma naturale di vaniglia. Può contenere uova, frutta a guscio. SENZA LATTOSIO (Lattosio < 0,1 g/100g). Il prodotto contiene glucosio e galattosio in conseguenza della scissione del lattosio.

senza lattosio tabella

Panna - Barattolino Sammontana

sammontana cover

Ingredienti: Latte scremato reidratato - Panna fresca pastorizzata (12%) - Destrosio - Burro - Sciroppo di glucosio - Zucchero - Emulsionante: mono e digliceridi degli acidi grassi - Stabilizzanti: alginato di sodio, farina di semi di carrube - Aroma.

sammontana tabella

Gelato alla stracciatella – Granarolo

granarolo cover

Ingredienti: Latte intero fresco pastorizzato di Alta Qualità (in conformità con il D.M. 185/91) 60%, crema di latte 15%, zucchero, fiocchi di cioccolato 10% (zucchero, pasta di cacao, cacao magro in polvere, burro anidro, emulsionante lecitina di soia, aroma naturale), sciroppo di glucosio, destrosio, proteine del latte, latte scremato in polvere, burro, emulsionanti: mono e digliceridi degli acidi grassi, stabilizzanti: farina di semi di carruba,gomma di guar, carragenina.

granarolo tabella

Cioccolato belga - Häagen-Dazs

häagen dazs tabella

Ingredienti: crema, latte scremato, cioccolato fondente (cioccolato belga, zucchero, burro di cacao, lecitina di soia, vaniglia), zucchero, tuorli d'uovo, cacao lavorato con alcali, estratto di vaniglia. Pezzi di cioccolato con olio vegetale: cioccolato belga (zucchero, cioccolato, burro di cacao, lecitina di soia, sapore naturale), olio di semi di cotone, olio di cocco. Contiene: ingredienti di latte, uova e soia.

haakendatz tabella

Gelato madre al Cioccolato Fondente Extra – Majani

majani cover

Ingredienti: Fatto solo con 5 ingredienti: 1 - Latte intero fresco alta qualità, 2 - Panna, 3 - Zucchero, 4 - Finissimo cioccolato fondente extra 10% (con min. 85% di cacao varietà Carenero del Venezuela, zucchero), 5 - Cacao magro, Potrebbe contenere tracce di uova e frutta a guscio, SENZA GLUTINE

majani tabella

Gelato alla crema biologico Viviverde – Coop

viviverde cover

Ingredienti: *Panna fresca (42,2%), *Latte intero fresco (30%), *Zucchero, *Tuorlo d'uovo (5%), *Latte magro in polvere, *Biologici

viviverde tabella

Panna bio – G7

g7 cover

Ingredienti: Panna (49,5%), latte intero fresco di alta qualità, zucchero, latte magro in polvere. Contiene i seguenti allergeni: Latte e derivati del latte. Può contenere tracce di: Uova, Frutta a guscio

g7 tabella

Gelato bianco cacao - Valsoia

valsoia cover

Ingredienti: estratto di soia (65%) (acqua, semi di soia (8,2%), sale marino), destrosio, zucchero, sciroppo di glucosio, grasso vegetale (cocco), cacao magro (2,5%), gocce di cacao (0,75%) (pasta di cacao, zucchero, olio di cocco, burro di cacao, emulsionante: lecitina di soia, aroma naturale di vaniglia), emulsionanti: mono- e digliceridi degli acidi grassi – esteri di saccarosio degli acidi grassi, stabilizzanti: alginato di sodio – farina di semi di carrube – gomma di guar, aromi.

valsoia tabella

Leggete anche gli altri confronti sui prodotti che abbiamo già realizzato:

GELATI IN VASCHETTA, TABELLA COMPARATIVA

Mettiamo adesso a confronto nello specifico nelle diverse vaschette di gelato alle creme: il quantitativo di zucchero e di grassi saturi, la tipologia di latte e/o panna utilizzata, gli altri ingredienti presenti e l'apporto calorico per 100 grammi di prodotto. Questa tabella comparativa vi agevolerà il compito.

tabella gelati
Per la tabella ingrandita clicca qui

GELATI IN VASCHETTA, IL PARERE DELL’ESPERTO

Abbiamo chiesto a Roberta Martinoli, medico e nutrizionista, di darci qualche consiglio utile per scegliere una vaschetta di gelato di buona qualità. Ecco cosa ci ha detto:

“Cento grammi di gelato alle creme forniscono mediamente 200 kcal, 3,9 grammi di proteine, 21 grammi di carboidrati (tutti semplici) e 12 grammi di grassi (per lo più saturi). La stessa quantità di un gelato alla frutta ha un apporto calorico pari a 130 kcal e fornisce 1,5 grammi di proteine, 28,8 grammi di carboidrati e 1,8 grammi di grassi. Nell’uno e nell’altro caso non si tratta certo di un alimento “da dieta” ma coloro che preferiscono i gusti alla frutta sono avvantaggiati. Non c’è dubbio poi che il gelato sia un alimento che crea dipendenza poiché agisce a livello del nostro sistema della ricompensa dopaminergico. Un fascio di neuroni posti alla base del cervello, attraverso lunghe proiezione assoniche, invia la dopamina (il neurotrasmettitore del piacere) sia a livello della corteccia neofrontale che a livello del sistema limbico ogni volta che ci sediamo davanti ad una vaschetta di gelato. Ed è per questo che abbiamo la sensazione di non riuscire a controllare l’impulso. L’industria alimentare poi con l’invenzione del “bliss point” non ci è d’aiuto”.

Che cosa si intende per Bliss Point?

“Bliss point significa letteralmente ‘punto di beatidudine’ e consiste in un ben calibrato mix di grassi, zuccheri e sali tali da mandare in estasi le papille gustative. In altri termini il bliss point è la formula inventata dall’industria per poter indurre dipendenza da questo o da quell’altro alimento. Senza contare poi che lo stesso mix di grassi, zuccheri e sali è di grande impatto sul nostro sistema metabolico. Il concetto è quello del partizionamento energetico, traduzione cacofonica dell’espressione inglese energy partitioning. Mangiare solo zuccheri o solo grassi è per il nostro organismo la stessa cosa che mangiare zuccheri e grassi contemporaneamente? La domanda è retorica e la risposta è no. Quando mangiamo zuccheri e grassi insieme abbiamo più probabilità di trasformare tutta questa energia in grasso di deposito. L’altro grande limite del gelato in vaschetta è che viene meno il concetto di porzione. Se passando davanti ad una gelateria ci viene voglia di gelato dobbiamo scegliere se prenderne due o tre gusti. La vaschetta al contrario ci da la libertà di abbondare con le quantità, cosa che regolarmente accade. Pertanto se si sceglie di avere una vaschetta di gelato nel freezer dobbiamo imporci delle regole. Non lo mangeremo tutte le sere e ci serviremo di una ciotola che ci aiuterà a calibrare la quantità in modo da non eccedere (mai mangiare direttamente dalla vaschetta anche al fine di evitare contaminazioni batteriche)”.

Come possiamo scegliere un prodotto migliore?

“Quando siamo al supermercato davanti alla vasta offerta di marche e sapori non dobbiamo dimenticare di avere un valido strumento che ci orienta nella scelta. Si tratta ovviamente dell’etichetta nutrizionale. Leggendola ci accorgeremo che ci sono gelati che contengono “latte” ed altri che contengono “latte fresco”. Nel primo caso potrebbe trattarsi di un latte in polvere. Meglio non sceglierli. Non depone a favore della scelta neanche la presenza di oli o grassi vegetali idrogenati (margarine), tra tutti i più aterogeni. Aromi, addensanti, emulsionanti, coloranti purtroppo non mancano mai. Tra gli addensanti potrebbe comparire la carragenina estratta da un’alga rossa. Questa sostanza potrebbe provocare infiammazione intestinale. L’E141 è un colorante a base di clorofilla e rame usato per conferire un improbabile colore verde al gelato al pistacchio. La sua presenza è indicativa del fatto che di pistacchi veri in quel gelato ce ne sono ben pochi. L’E160b è usato invece per il gelato alla nocciola e potrebbe provocare allergia. Il polipropenilglicole è invece una sostanza anticongelante. Poiché non c’è accordo riguardo alla sua innocuità sarebbe meglio evitare i gelati che lo contengono”.

Se vi è venuta voglia di un bel gelato avete diverse alternative: comprarne uno confezionato ma leggendo bene prima l’etichetta, recarvi in una gelateria artigianale o ancora prepararlo da soli in casa.

Francesca Biagioli

banner guida pulizie

Scrittori di classe

Come iscrivere la tua scuola a "salvare il Pianeta”, il concorso di Conad e WWF

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
settimana riduzione rifiuti 2018
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram