Sgrassatore Universale Smac Express e Detersivo Finish Forza & Purezza. Lo IAP (Istituto dell'Autodisciplina Pubblicitaria) ha ritirato la pubblicità ingannevole di questi due prodotti per le pulizie. Ancora una volta, gli spot promozionali comunicano informazioni fuorvianti ai consumatori.

Lo Sgrassatore Universale Smac Express è prodotto da Bolton Manitoba. Lo spot pubblicitario lo indicava come un prodotto superefficace e superveloce, ma lo IAP ha ritenuto il messaggio ingannevole e ha ordinato la cessazione della pubblicità.

"Nessuno è più efficace e nessuno è più veloce di loro", secondo quanto lo spot voleva far credere ai consumatori. Questo tipo di comunicazione, secondo lo IAP, può indurre in errore i consumatori sulle reali caratteristiche dei prodotti e sui loro effetti.

sgrassatore smac

Tra l'altro gli sgrassatori sono prodotti altamente inquinanti e vengono pubblicizzati come adatti alla pulizia di numerose superfici, ma sono davvero necessari? Chi conosce le alternative ecologiche e naturali, anche fai-da-te, per la pulizia della casa sa che non lo sono.

LEGGI anche: Sgrassatore universale fai-da-te: 5 ricette per sgrassanti fatti in casa

"Il Giurì, esaminati gli atti e sentite le parti, dichiara che la pubblicità televisiva contestata è in contrasto con l'art. 2 del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale e ne ordina la cessazione"ha comunicato lo IAP riguardo lo spot dello Sgrassatore Smac in questione.

Stessa sorte per la pubblicità del Detersivo Finish Forza & Purezza prodotto da Reckitt Benckiser, comunicata attraverso internet e nei punti vendita. "Con meno agenti chimici", "Con Active Oxygen", "A prova di mamma", ecco i messaggi pubblicitari contestati dallo IAP, che ha affermato:

"Il Giurì, esaminati gli atti e sentite le parti, dichiara che i messaggi esaminati sono in contrasto con l'art. 42 del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale quanto quelli di cui ai documenti 5A e 5B Henkel ed al riguardo dispone che si dia notizia al pubblico dell'inottemperanza mediante pubblicazione sul sito web dell'Istituto; dichiara in relazione al documento 8 ed alla confezione depositata in udienza, che il claim 'meno agenti chimici' è in contrasto con l'art. 2 CA e ne ordina la cessazione nei tempi tecnici disposti dall'apposito Regolamento".

finish forza e purezza

fonte foto: finishinfo.it

L'azienda è stata accusata di inosservanza delle decisioni e di comunicazione commerciale ingannevole. Lo IAP ha ordinato dunque la cessazione dei messaggi pubblicitari ingannevoli nei tempi richiesti dal regolamento.

LEGGI anche: La mia casa ecopulita: ecco il nostro libro dedicato alle pulizie ecologiche e ai detersivi fai-da-te

Cosa possono fare i consumatori per difendersi dalle pubblicità ingannevoli sui prodotti per la pulizia della casa? Innanzitutto imparare a leggere le etichette dei prodotti che desiderano acquistare e da qui magari iniziare un percorso verso l'autoproduzione di detersivi a partire da materie prime ecologiche e sicure.

Marta Albè

Fonte foto: britishcleaningcouncil.org

Leggi anche:

Dixan non lava meglio di Dash: multa da 50 mila euro per Henkel

Formaggino mio con carote o spinaci: ritirato lo spot di Nestlè

geronimo stilton

Trocathlon

Torna il mercatino dell'usato di Decathlon che fa bene all'ambiente e al portafogli

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram