Il trucco che devi conoscere per capire se le uova sono buone o rovinate al loro interno

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le uova possono essere pericolose se tenute in frigo per troppo tempo: scopri come evitare di consumare uova marce o troppo vecchie.

Le uova sono un alimento presente nei frigoriferi di tutto il mondo, ma se consumate dopo la data di scadenza possono causare problemi di salute da non trascurare. Con questi trucchi, eviterai di usare uova marcie.

La salute parte dalla tavola: se questo adagio è vero quando decidi cosa mangiare e come cucinarlo durante la giornata, significa anche che devi fare attenzione alla salubrità degli ingredienti utilizzati. Nel caso delle uova, il fatto che sono contenute nel loro guscio può rendere più complicato determinare se siano ancora commestibili o se è arrivato il momento di gettarle via.

Innanzitutto, bisogna fare attenzione agli sprechi di cibo. Ad esempio, nello UK vengono gettate ogni anno 720 milioni di uova. In genere, anche se la data di scadenza è passata, se le hai conservate nel modo giusto le uova possono mantenersi buone per un paio di settimane ancora.

Tuttavia non devi sottovalutare i pericoli di salute di consumare uova vecchie o addirittura marce: potresti rischiare un’infezione da salmonella o E. coli. Ma seguendo i nostri trucchi, riuscirai ad eliminare le probabilità che questo accada.

Quali sono i metodi migliori per capire se un uovo è ancora buono?

Se aprendo il frigorifero ti ritrovi tra le mani un vecchio cartone di uova ben oltre la sua data di scadenza, puoi fare alcuni test per capire se sono ancora commestibili:

  1. Il miglior test in assoluto per decretare se un uovo è ancora buono è vedere se galleggia. Nel caso in cui il tuo uovo galleggi, allora purtroppo è stato tenuto per troppo tempo in frigo e devi gettarlo. Questa, che può sembrare una leggenda casalinga, è in realtà una soluzione offerta dalla scienza. In pratica, quando l’interno dell’uovo inizia a decomporsi, parte della massa si trasforma in gas. I gas tendono a fuoriuscire dal guscio, rendendo l’uovo più leggero dell’acqua. Nel caso in cui il tuo uovo affondi, puoi cucinarlo senza problemi, anche se ti consigliamo di farlo accuratamente per essere certo/a di eliminare tutti i batteri
  2. Un altro test molto utile è quello dello “shake”! In pratica, prendi un uovo e avvicinalo all’orecchio, ora agitalo delicatamente. Quando un uovo inizia a decomporsi, i liquidi si separano dal tuorlo, e potresti sentire la massa all’interno del guscio muoversi. Fai attenzione a non agitare troppo forte, o sentirai comunque il suono del liquido che si muove e potresti gettare via un uovo in perfette condizioni
  3. Vai a naso! Con questo intendiamo che quando apri un uovo, se l’odore ti sembra sgradevole, allora è meglio evitare. Questo test non è il più affidabile, ma è anche vero che il tipico odore di uova marcie, dato dall’idrogeno solforato (H2S), un gas molto pungente.
  4. Fai un test visivo. Anche in questo caso, il trucco fa affidamento sui tuoi sensi: se il tuorlo è scolorito o se ci sono sostanze biancastre in seguito all’apertura, allora sarebbe meglio evitare di mangiarlo.

Questi sono tutti i nostri consigli per mangiare le uova in completa sicurezza. Sapevi che ci sono aziende che producono uova cruelty-free? In questo modo, potrai essere un consumatore ancora più responsabile.

In conclusione, ricordati di fare sempre almeno il test del galleggiamento per scoprire se un uovo è ancora commestibile oppure no.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureando in Letterature e Culture Comparate all'Università dell'Orientale di Napoli. Si occupa di letteratura, sport, cucina e ambiente, collaborando anche con una nota rivista letteraria partenopea.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook