Rosa di Natale: come prendersi cura della pianta che fiorisce in inverno

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La rosa di Natale è una pianta tipica del periodo natalizio. Scopriamo come coltivarla in vaso o in giardino, e come prendersene cura sia in inverno sia in estate

Le rose di Natale (Helleborus niger) conosciute anche con il nome di Ellaboro, sbocciano a partire dal mese di novembre, e in un giardino spoglio in inverno questa pianta è l’unica a dare un po’ di colore.

La rosa di Natale è di facile manutenzione, cresce meglio all’aperto, ma prospera anche in un vaso purché vi siano determinate condizioni in casa.

In questo periodo, mentre tutte le altre piante del giardino vanno in letargo, la rosa di Natale fa impressione con i suoi bellissimi fiori. Nella versione classica, i suoi petali sono bianchi come la neve e gli stami sono gialli, ma ci sono tante varietà di altre tonalità.

Botanicamente non è una rosa, ma una pianta di Elleboro, viene chiamata anche rosa della neve ed è una pianta sempreverde che può vivere per molti anni con una buona cura, tuttavia, cresce molto lentamente.

Poiché la rosa di Natale fiorisce in un momento insolito e ha un aspetto così incantevole ed elegante, è un regalo molto popolare nel periodo natalizio. Ma anche in autunno sono disponibili un po’ ovunque.

Sono piante semplici e non hanno bisogno di molte cure sia in inverno sia in estate; ricorda che le varietà precoci fioriscono a partire da novembre, mentre quelle tardive verso dicembre e gennaio.

Leggi anche: Cactus di Natale, come prendersi cura e moltiplicare una delle piante invernali più amate

Prendersi cura della rosa di Natale

rosa natale

©ivusakzkrabice/123rf

Se acquisti questa pianta in serra, ricorda che devono prima abituarsi alle temperature fredde e hanno bisogno di protezione, ad esempio puoi utilizzare un vello da giardino soprattutto se vengono messe all’aperto.

Tuttavia, in determinate condizioni, la rosa di Natale può prosperare anche in casa durante il periodo natalizio.

Tutte le parti della pianta, ma soprattutto le radici, sono velenose. Quindi, è bene tenere lontani bambini e animali domestici e indossare i guanti durante il rinvaso.

Rosa di Natale: quando e dove piantarla

L’autunno è il periodo migliore per piantare la rosa di Natale; in questo modo avrà abbastanza tempo per abituarsi alla nuova posizione. Ricorda di arricchire il terreno con fertilizzante organico, come compost o trucioli.

Se viene posta in giardino non ha particolari esigenze nutritive, basta un po’ di compost fresco, foglie o erba tagliata per fornire alla pianta tutto ciò di cui ha bisogno.

La rosa di Natale ama ciò che alle altre piante spesso non piace affatto: prospera particolarmente bene in terreni calcarei, pesanti e argillosi.

Una buona posizione per la rosa delle nevi è a mezz’ombra, preferibilmente sotto alti arbusti e alberi leggeri.

Come curare la rosa di Natale in autunno e in inverno

helleborus

©malleo/123rf

La rosa di Natale è robusta e resistente e non richiede cure particolari nella stagione fredda. Sboccia fino alla fine di febbraio, quando i fiori diventano verdi e formano i semi; ricorda, inoltre, di tagliare regolarmente i fiori secchi.

In caso di forte gelo, queste piante possono apparire molli e deboli, ma non c’è motivo di preoccuparsi perché la rosa di Natale ha solo una protezione naturale contro il freddo.

A basse temperature, infatti, preleva l’acqua dai percorsi del germoglio, in modo che non possa congelare. Non appena fa di nuovo un po’ più caldo, si raddrizza e continua a fiorire.

Se la rosa di Natale ha molto fogliame ma pochi fiori, questo è un segno che manca del nutrimento.

Prendersi cura della rosa di Natale in primavera e in estate

Anche nella stagione calda, la cura di questa pianta è poco impegnativa. In primavera puoi rimuovere parti di piante morte, e dopo la fioritura puoi concimarla con un po’ di concime organico.

Se in estate il clima è molto secco e caldo, dovresti annaffiare la pianta, ma ricorda di non versare l’acqua direttamente sulle foglie, altrimenti possono diffondersi malattie fungine.

Le rose di Natale prosperano anche in vaso, poiché hanno radici profonde il contenitore dovrebbe essere il più alto possibile per accoglierle tutte. Puoi evitare il ristagno con uno strato drenante in argilla espansa, mentre per lo strato sopra è sufficiente un normale terriccio senza torba.

Sempre in estate ricorda di non mettere mai il vaso sotto la luce diretta del sole.

Rosa di Natale: come prendersene cura in casa

Nel periodo invernale e natalizio, le rose di Natale sono apprezzate come decorazioni per i loro graziosi fiori e sono spesso collocate in casa.

Dopo il periodo natalizio, ti consigliamo di portarla all’aperto perché non sono adatte per essere coltivate al chiuso per tutto l’anno.

Se, però, decidi di averla come pianta d’appartamento opta per una zona fresca e luminosa, innaffiala regolarmente preferibilmente con acqua di rubinetto calcarea e, soprattutto, stai attento ai ristagni.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube 

Altre piante di Natale:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook