Questo è il momento giusto per potare l’ortensia e realizzare talee con i rami tagliati

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La fine dell'inverno è il periodo perfetto per potare le ortensie, ma come farlo nel modo corretto in base alla varietà o specie? E cosa farne dei rami tagliati? Non buttateli ! Si possono utilizzare per decorazioni o per riprodurre la pianta per talea

È questo il momento adatto per potare le ortensie, la fine dell’inverno, quando le temperature notturne saranno superiori allo zero e le gelate scongiurate, l’operazione è necessaria per ottenere una bella e abbondante fioritura, dagli scarti della potatura potrete inoltre ottenere molte porzioni di rami adatte alla preparazione delle talee che in questo periodo avranno facilità nella radicazione.

In generale cercate con la potatura delle ortensie di dare una forma compatta al cespuglio eliminando i rami troppo lunghi e quelli che si incrociano all’interno per favorire la circolazione d’aria al centro della pianta. Non tutte le ortensie però possono essere sottoposte allo stesso tipo di potatura, individuata la specie ecco come procedere:

Come potare le ortensie francesi (Hydrangea macrophylla)

ortensie francesi

@yyama3270/123rf.com

L’ Hydrangea macrophylla o ortensia francese, la classica ortensia della nonna, si riconosce per la grande infiorescenza globosa. Fiorisce sui rami dell’anno prima, dovrete quindi individuarli e non tagliarli.

Eliminate solo i fiori secchi sopra la prima o la seconda coppia di gemme con un taglio diritto e tagliate invece alla base i rami vecchi e legnosi o quelli secchi e sottili.

Fate attenzione a non tagliare i rami che terminano con gemme, chiamate appunto apicali, la pianta ha impiegato un anno a formare questa gemma fiorale. Stesso discorso per Hydrangea serrata.

Come potare le ortensie selvatiche (Hydrangea paniculata e H. arborescens)

ortensia selvatica

@123rf.com

Fiorisce sui rami dell’anno in corso, dunque richiede una energica potatura, accorciando molto la vegetazione dell’anno precedente, eliminate tutti i rami tagliando con un taglio netto e diritto sopra due coppie di gemme. Più si accorcia il ramo, più sarà grande il fiore!

Come potare le Hydrangea quercifolia, H. involucrata, H.petiolaris

Hydrangea quercifolia

@varts/123rf.com

Queste ortensie vanno potate solo per contenerle e dopo la fioritura, per ripulirle da rami danneggiati o deboli.

Ecco il video che spiega come potare le ortensie:

E dopo che avete potato le ortensie?

Guardate il nostro video su come realizzare una collana con le ortensie!

Infine, scoprite come realizzare una talea di ortensie. Fino alla fine dell’autunno è il periodo perfetto, in modo da avere una piantina rigorosa in Primavera, da piantare in piena terra.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook