Erbe aromatiche da piantare a fine mese per averle a disposizione già in primavera

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quali sono le erbe aromatiche da piantare tra fine febbraio e inizio marzo? Come prendersi cura delle erbe aromatiche? Scopriamo insieme come coltivarle per vederle crescere e germogliare in primavera.

La fine di febbraio e l’inizio di marzo è un buon momento per seminare le erbe aromatiche. Seminando in questo periodo dell’anno, infatti, potrai goderti le tue erbette aromatiche già in primavera. Ecco alcuni consigli per piantare le erbe aromatiche:

  • mix di semi: ti consigliamo di scegliere una miscela di partenza per semi senza terreno. Si tratta di miscele leggere senza torba che offrono migliori risultati di germinazione. La torba da utilizzare nel terriccio rilascia il carbonio nell’atmosfera e distrugge le paludi, per questo è meglio non utilizzarla e prediligere alternative più ecologiche.
  • pre-inumidisci il tuo mix: ti consigliamo di aggiungere acqua alla miscela di partenza dei semi. Aggiungi l’acqua e mescola, quindi lascia riposare. Dopo di che aggiungi un po’ più d’acqua e mescola nuovamente. Il mix dovrebbe essere umido ma non gocciolante.
  • non fare il buco: il consiglio per una migliore germinazione è non fare il buco nel terreno, bensì cospargere i semi sulla superficie della miscela di partenza, e quindi coprirla.
  • pianta diversi semi: un altro consiglio utile è cospargere semi differenti, in modo da avere maggiori possibilità di germinazione.
  • irrigazione di semi e piantine: dopo aver piantato con cura i semi alla giusta profondità, occorre innaffiarli. Quando si tratta di semi e piantine, è meglio spruzzare acqua con un flacone spray. Questo non solo impedisce che i semi vengano dissotterrati, ma fornisce anche nuove piantine con molta umidità. Una volta che i semi sono germogliati, per irrigarli basta aggiungere un po’ di acqua sotto il vassoio.
  • la germinazione richiede calore: molti semi non germineranno se fa troppo freddo; per questo motivo è bene iniziare la coltivazione al chiuso. Le piantine, in particolare le erbe, richiedono una luce intensa per crescere forti. Una finestra luminosa, rivolta a sud o a ovest, dovrebbe essere sufficiente quando si fanno germinare i semi.

Ora scopriamo le principali erbe aromatiche da piantare in questo periodo. (Leggi anche: Come essiccare le erbe aromatiche per fare scorta e averle a disposizione gratis tutto l’anno)

Basilico

basilico

@Belchonock/123rf

Il basilico germina rapidamente, ma deve avere un terreno caldo e umido. Una volta che è germogliato, la cosa migliore che puoi fare è fornirgli molta luce. Per ottenere una buona crescita, avvia i semi in casa 6 settimane prima dell’ultima gelata; per piantare all’esterno, invece, aspetta che il terreno sia intorno ai 21°.

Il basilico deve trovarsi in un luogo che riceva dalle 6 alle 8 ore di pieno sole al giorno; il terreno deve essere umido e ben drenato. Pianta semi a circa 1/4 di pollice di profondità e a 10-12 pollici di distanza. Per le piante più piccole, pianta più lontano (da circa 16 a 24 pollici). Durante i periodi di siccità in estate, è bene annaffiarlo spesso. Ricorda di pizzicare i capolini non appena appaiono, per assicurarti che le foglie continuino a crescere.

Altri tips per prendersi cura delle piante di basilico:

  • assicurati che il terreno sia umido. Le piante di basilico amano l’umidità. Se vivi in ​​una zona calda, usa il pacciame intorno alle piante di basilico (il pacciame aiuterà a mantenere umido il terreno).
  • dopo che le piantine hanno le prime sei foglie, potale fino al di sopra.
  • ogni volta che un ramo ha da sei a otto foglie, ripeti la potatura fino alla prima serie di foglie.
  • dopo 6 settimane, pizzica il germoglio centrale per prevenire la fioritura precoce. Se i fiori crescono, tagliali.
  • se il clima è ancora freddo, assicurati di raccogliere il basilico in anticipo, poiché il freddo può distruggere le piante.

Salvia

salvia

@Vell/123rf

La salvia impiega molto tempo per germogliare; occorre avere pazienza per veder crescere la tua piantina. La salvia ha bisogno di luce, quindi la soluzione migliore è piantarla sopra il terreno e non coprirla. Puoi anche immergere i semi in acqua per circa dodici ore prima di piantarli, poiché l’ammollo migliora i tempi di germinazione.

Prendi in considerazione la possibilità di coprire i vassoi dei semi con un involucro, mentre aspetti che germinino, poiché questo è il modo migliore per fornire alla pianta un’umidità adeguata e, soprattutto, costante. Una volta che la tua salvia è germogliata, puoi rimuovere l’involucro e nebulizzare le piantine mentre crescono.

Prezzemolo

prezzemolo

@Yelenayemchuk/123rf

Il prezzemolo germoglia in fretta; puoi dare una spinta ai semi immergendoli in acqua per 8-12 ore prima di piantarli, perché creando un ambiente umido dovrebbero germogliare molto meglio.

Ecco come procedere:

  • per iniziare, pianta i semi in vasi individuali al chiuso da 10 a 12 settimane prima dell’ultima gelata 
  • per una migliore germinazione, puoi immergere i semi in acqua durante la notte
  • pianta i semi in un terreno umido e ricco a circa 6-8 pollici di distanza
  • per le piante più sottili, pianta a circa 6-10 pollici di distanza
  • scegli un’area priva di erbacce, in questo modo potrai vedere germogliare il prezzemolo dopo circa 3 settimane
  • per garantire la migliore crescita, il terreno dovrebbe essere a circa 21°.

Per prenderti cura della tua pianta di prezzemolo, assicurati di innaffiare spesso i semi mentre germinano in modo che non si secchino. Per tutta l’estate, annaffia le piante in modo costante.

Origano

origano

@Scis65/123rf

L’origano è un’altra erba aromatica molto popolare, ma ricorda che i semi richiedono luce per germogliare, quindi devi posizionarli sopra il tuo mix iniziale di semi. Spruzza dell’acqua e, quindi, copri il contenitore in modo da creare un ambiente umido. Mantieni i semi di origano caldi, a circa 18-23°, e nel giro di un paio di settimane dovresti vederli nascere dal terreno. 

Aneto

aneto

@Valentinaazhgirevich/123rf

L’aneto è una pianta annuale auto-seminante con foglie verdi piumate. L’erba di aneto è facile da coltivare, e attira insetti utili come le vespe. E’ da sempre usato anche come rimedio naturale per alleviare le coliche e i disturbi gastrointestinali. Per seminare l’aneto poni i semi a circa 1/4 di pollice di profondità, e a 18 pollici di distanza in un terreno ricco, quindi rastrella delicatamente. Il terreno dovrebbe avere una temperatura compresa tra i 15 e i 21°. Per seminare l’aneto tra fine febbraio e inizio marzo, assicurati di proteggere le piante dai forti venti.

Dopo 10-14 giorni, le piante dovrebbero apparire nel terreno; nel giardino, questa erba aromatica può essere piantata accanto a cavoli o cipolle, ma tienilo lontano dalle carote.

Per curare l’aneto ti consigliamo di:

  • innaffiare le piante liberamente durante la stagione di crescita
  • per garantire una fornitura di aneto fresca per tutta la stagione, occorre continuare a seminare semi ogni poche settimane. 
  • per un raccolto prolungato, non permettere ai fiori di crescere sulle piante.
  • se il terreno rimane indisturbato per tutta la stagione di crescita, nella stagione successiva cresceranno più piante di aneto.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Sulle erbe aromatiche ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.