Patate, consumi più energia per cuocerle bollite o al forno? La risposta ti stupirà…

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Tutti amano le patate, ma quanto costa cucinarle? E, soprattutto, esistono metodi più energivori di altri? Cerchiamo di capire meglio

La cucina è l’ambiente della casa dove avviene il maggior dispendio di energia: fornelli ed elettrodomestici – grandi o piccoli – sono voci pesanti sul bilancio energetico familiare.

Ecco perché adottare delle abitudini poco energivore in cucina – come scegliere un metodo di cottura in luogo di un altro oppure conservare i cibi in modo corretto – ci può aiutare a risparmiare molta energia, a beneficio dell’ambiente e delle nostre tasche.

Oggi vi parliamo di uno degli alimenti più cucinati e più amati da grandi e piccini: le patate. Le ricette per preparare le patate e i metodi di cottura utilizzati sono numerosi: al forno, fritte, in friggitrice ad aria, bollite.

Ma quanta energia richiede la cottura di questo tubero e, soprattutto, qual è il metodo più energivoro (e quindi più costoso) che possiamo evitare per risparmiare in bolletta?

Quanto costa cuocere le patate

Immaginiamo di voler cuocere mezzo chilo di patate e di dover scegliere fra la cottura in pentola e quella al forno: quale delle due opzioni è più economica? Vediamo insieme:

  • Se utilizziamo una pentola con abbondante acqua e con il coperchio su un piano cottura a induzione, saranno necessari circa 0,22 kW/h, corrispondenti a circa 8 centesimi di
  • Se utilizziamo invece un classico fornello a gas e “dimentichiamo” di mettere il coperchio sulla pentola, la spesa sarà molto maggiore: ben 0,43 kW/h, ovvero circa 17 centesimi di euro.
  • Cuocere le patate al forno è il metodo meno indicato se vogliamo risparmiare energia: avremo bisogno infatti di 0,97 kW/h, corrispondenti a quasi 40 centesimi di euro.

Leggi anche: Con questo trucchetto sbuccio le patate in un attimo (senza usare coltello né pelapatate)

Qualche suggerimento per risparmiare

  • Utilizzare una pentola a pressione in luogo della pentola normale per cuocere le patate può essere un ottimo modo per risparmiare energia (oltre che tempo). La pentola a pressione, tuttavia, ha un costo iniziale maggiore rispetto alla pentola normale.
  • Durante la cottura in pentola, ricordiamoci di utilizzare il coperchio: questo accorgimento ci farà risparmiare fino al 40% di energia, che andrebbe disperso se tenessimo il coperchio aperto. Anche il tempo di cottura delle patate si ridurrà tenendo il coperchio chiuso.
  • Infine, più piccoli sono i pezzetti di patata e più veloce (ed economica) sarà la cottura. Anziché mettere le patate ancora intere e con la buccia nella pentola d’acqua sul fuoco, dedichiamo qualche minuto a tagliarle a tocchetti: questo ci farà risparmiare tempo ed energia.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in lingue straniere, vegana da 3 anni, scrivere è la mia passione e collaboro con diverse testate su temi a me cari come natura, sostenibilità, stili di vita sani e rispettosi dell’ambiente. Sul mio blog “La strega che scrive” parlo di giornalismo, editoria e letteratura

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Facebook