Questo è il più grande problema che i vigili del fuoco segnalano nel periodo natalizio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ecco qualche consiglio per evitare rischi inutili connessi agli incendi che frequentemente avvengono nel periodo natalizio

Nel Regno Unito emessa una moneta per celebrare il 50° del Pride

Ecco qualche consiglio per evitare rischi inutili connessi agli incendi che frequentemente avvengono nel periodo natalizio

Siamo a dicembre, mancano ormai poche settimane al Natale e negozi e vetrine già pullulano di abeti, lucine colorate e decori scintillanti. Qualcuno aspetterà ancora il tradizionale giorno dell’Immacolata (8 dicembre) per addobbare la propria casa, mentre molte persone si sono già date da fare a montare l’albero, appendere palline e ghirlande, preparare i tipici e profumatissimi dolcetti delle feste. Tuttavia bisogna fare molta attenzione quando si accendono serie di luci nell’appartamento, per decorare l’albero o il caminetto: infatti, buona parte degli incendi domestici che avvengono nel periodo delle feste sono causati proprio da dispositivi elettrici difettosi. Ecco qualche consiglio da tenere a mente per la scelta dell’albero e delle decorazioni, per vivere un Natale in sicurezza.

(Leggi anche: Albero di Natale: vero o finto, qual è il più sostenibile per il Pianeta?)

  • Se abbiamo scelto di accogliere in casa un abete vero per allietale le nostre feste, preoccupiamoci di scegliere un albero che non perda molti aghi, e posizioniamolo lontano da qualsiasi fonte di calore (termosifoni, caminetti, stufe, lampade, candele…): da un lato, tuteleremo la salute dell’abete, che predilige ambienti freddi; dall’altro, preverremo il rischio che possa prendere fuoco. Inoltre, controlliamo che non sia già secco al momento dell’acquisto, ma che gli aghi si presentino verdi e floridi, e ricordiamoci di innaffiarlo un po’ ogni giorno: un albero secco impiega molto meno tempo a far divampare un incendio in casa. Se invece abbiamo preferito un albero sintetico, assicuriamoci che sia del tipo autoestinguente (sulla confezione dovrebbe esserci scritto ignifugo oppure non infiammabile).
  • Anche la scelta dell’impianto di lucine elettriche va effettuata con cura: assicuriamoci che abbia la certificazione CE, che sia in buono stato (senza cavi usurati o scoperti né lampadine non funzionanti) e leggiamo bene le istruzioni prima di procedere alla decorazione dell’albero. Non è cosa saggia pensare di risparmiare qualche euro, comprando lucine di scarsa qualità, se poi in questo modo mettiamo a repentaglio la nostra vita. Inoltre, è importantissimo staccare la spina dell’impianto prima di andare a dormire o quando non siamo in casa: in questo modo eviteremo rischi inutili. Preferiamo inoltre le catene luminose alimentate da un trasformatore: in questo modo eviteremo il surriscaldamento delle singole lampadine che potrebbe dare vita all’incendio.
  • Evitare le prese multiple per collegare più serie di luci ad un’unica presa: meglio investire qualche euro nell’acquisto di una “ciabatta” per distribuire le varie prese in modo più sicuro (anche in questo caso, suggeriamo caldamente l’acquisto di un prodotto di qualità con il marchio di sicurezza CE).
  • Per illuminare balconi e terrazzi, utilizzare catene luminose specifiche per gli esterni – che possano cioè resistere alla pioggia e alle intemperie senza andare in cortocircuito – che siano a bassa tensione ed alimentate da un trasformatore.
  • Infine, attenzione anche alle decorazioni non elettriche. Da evitare assolutamente le candele per la decorazione dell’albero, poiché basta un minimo spostamento d’aria perché l’intero abete rischi di prendere fuoco. Scegliere inoltre palline e addobbi leggeri (soprattutto in caso abbiate scelto un albero vero, affinché i suoi rami non si affatichino troppo) e possibilmente di buona qualità,

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Vigili del Fuoco

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook