Candele, ghirlande, dolci: le tradizioni europee per l’Avvento, aspettando il Natale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ogni Paese ha tradizioni diverse per celebrareil mese dell'Avvento che quest'anno inizia domenica 28 novembre

Quest’anno, l’Avvento inizia proprio oggi, domenica 28 novembre; l’inizio dell’Avvento coincide con l’inizio dell’anno liturgco nei riti cristiani occidentali e continua durante le quattro domeniche che precedono il Natale. Ogni domenica ha un tema spirituale differente e nei vari Paesi europei le celebrazioni includono pratiche diverse, legate alla tradizione.

Leggi anche: Calendario dell’avvento 2021 di greenMe: scaricalo gratis e colora i mandala

In Austria, ad esempio, si canta un inno sacro intitolato “Stille Nacht”, del quale esiste anche una versione inglese nota come “Silent Night”, leggermente diversa dall’originale. Le note rilassanti dell’inno possono essere ascoltate nelle varie chiese del Paese, tra cui il Duomo di Salisburgo.

In Germania, invece, durante l’avvento si preparano ghirlande simili a torte e chiamate Stollen. Le corone sono realizzate includendo quattro candele e attorno ad esse ci si riunisce per intonare canti natalizi.

In Croazia, la prima domenica dell’avvento si accende la prima delle quattro candele della corona dell’Avvento e nelle settimane che precedono il Natale si visitano le bancarelle natalizie a Zagabria. Alla vigilia di Natale, i croati mangiano un piatto a base di baccalà chiamato “bakalar”.

In Polonia ci si prepara al Natale con preghiere e periodi di digiuno, mentre si allestiscono decorazioni per l’albero di Natale, ghirlande e regali fatti a mano. Al mattino molto presto si svolgono poi messe chiamate roraty durante le quali vengono accese candele che simboleggiano l’arrivo della luce del giorno e della salvezza. Nel Regno Unito si costruiscono i Christingles, dal tedesco Christkindl, “Piccolo Cristo Bambino”. Si tratta di oggetti simbolici realizzati con arance decorate con candele e dolcetti che vengono poi conservati fino al termine delle festività e a cui si rivolgono preghiere, canti e letture sacre.

Infine in Ungheria, un classico regalo dell’Avvento è il beigli, un rotolo dolce farcito con semi di papavero o noci, consumato anche nel periodo della Pasqua. Durante tutto il periodo dell’Avvento si tengono inoltre concerti a Budapest e in altre città del Paese.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte di riferimento: CNN

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook