Con il bonus paghi la stufa a pellet la metà (peccato che il pellet costi il doppio)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Corsa al pellet per l’inverno: la stufa può in effetti costare molto meno visto che può usufruire sia dell’Ecobonus che del Bonus Ristrutturazione e a conti fatti la stufa potrebbe costare anche la metà. Purtroppo però, il pellet, con la quale la stufa si alimenta, ha prezzi schizzati, raddoppiati e anche di più. Un discreto paradosso

Sembra un paradosso (e forse lo è): con i bonus statali possiamo davvero spendere meno sull’acquisto di una stufa a pellet, ma il pellet ha ormai prezzi schizzati alle stelle. Considerata comunque la crisi energetica e ambientale, meglio sapere come è possibile risparmiare.

L’acquisto di una stufa a pellet, infatti, può usufruire sia dell’Ecobonus che del Bonus Ristrutturazione, nel primo caso, in particolare, si può ottenere una detrazione pari al 65% su un importo massimo detraibile di spesa per ciascun immobile pari a €30.000 euro, mentre con il Bonus ristrutturazione una detrazione del 50% sull’IRPEF, fino a massimo 96.000 euro di spesa per interventi di riqualificazione edilizia, manutenzione straordinaria e ordinaria.

In tutti e due i casi, ovviamente, è necessario rispettare alcuni criteri, quindi:

  • per l’Ecobonus: i limiti di emissione devono essere stabiliti dal Decreto Legislativo 152/2006, l’impianto di riscaldamento deve essere già presente nell’edificio e l’abitazione non può essere ancora in costruzione
  • per il Bonus Ristrutturazione: la stufa o il camino a pellet che si acquista deve avere un rendimento non inferiore al 70%

Per usufruire di entrambe le agevolazioni l’acquisto della stufa a pellet deve essere effettuato entro il 31 dicembre 2022.

Leggi anche: Bonus stufa a pellet: le agevolazioni da non farsi scappare per risparmiare davvero sulla bolletta del gas

Purtroppo però, il prezzo del combustibile, ovvero del pellet, è schizzato per vari motivi su cui ha inciso moltissimo la crisi internazionale e quindi, a conti fatti, il risparmio sull’acquisto della stufa o del camino potrebbe essere in parte vanificato.

C’è da dire però che, mentre queste agevolazioni fiscali sull’acquisto della struttura potrebbero non essere confermate in futuro, o comunque ridimensionate, il prezzo del pellet risente dei mercati, quindi teoricamente potrebbe tornare “normale” in futuro.

Potrebbe comunque valere la pena fare qualche conto, dati alla mano.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook