Bonus stufa a pellet: le agevolazioni da non farsi scappare per risparmiare davvero sulla bolletta del gas

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Stai valutando di acquistare una stufa a pellet in vista dell'inverno? Forse non lo sai ma puoi usufruire di due agevolazioni per ammortizzare la spesa. Ecco di quali si tratta

In piena estate, quando in alcune città i termometri superano i 35°C, è iniziata la corsa all’acquisto di pellet in vista dell’inverno. Negli ultimi mesi, infatti, il costo di questa biomassa è più che raddoppiato nel nostro Paese e si temono ulteriori aumenti a causa della crisi internazionale delle materie prime, causata innanzitutto dalla scoppio della guerra in Ucraina.

Avere una stufa a pellet permette di risparmiare un bel po’ sulla bolletta del gas, ma non solo. I vantaggi sono anche ambientali, visto che si tratta di un combustibile fossile decisamente più sostenibile di altri. Il pellet è infatti un combustibile ricavato dal legno vergine, talvolta partendo da scarti di lavorazione. A tal proposito è fondamentale ricordare di assicurarsi che il pellet acquistato sia di qualità e certificato, visto che una varietà scadente può produrre maggiori residui che vanno ad instasare la stufa e consumare di più.

Se state valutando di acquistare una stufa a pellet, sappiate che potete usufruire di due agevolazioni molto vantaggiosi. L’acquisto di questo apparecchio, infatti, rientra nell’Ecobonus e nel Bonus Ristrutturazione. Vediamo come usufruirne.

Come risparmiare sull’acquisto di una stufa a pellet

Nel caso in cui si voglia ricorrere all’Ecobonus, si può ottenere una detrazione pari al 65%. L’importo massimo detraibile di spesa per ciascun immobile è pari a €30.000 euro.

Naturalmente, bisogna rispettare i limiti di emissione stabiliti dal Decreto Legislativo 152/2006 e l’impianto di riscaldamento deve essere già presente nell’edificio. È bene chiarire che il bonus non vale per le abitazioni in costruzione.

Leggi anche: Ecobonus 65% per scaldare l’acqua con i collettori solari sul tetto: come funziona

Con il Bonus ristrutturazione, invece, si può avere  una detrazione del 50% sull’IRPEF, fino a massimo 96.000 euro di spesa per interventi di riqualificazione edilizia, manutenzione straordinaria e ordinaria. In questo caso specifico la stufa o il camino a pellet che si acquista deve avere un rendimento non inferiore al 70%.

Leggi anche: Dal bonus condizionatori a quello per le tende da sole: le agevolazioni da non farsi scappare per l’estate

Per usufruire di entrambe le agevolazioni l’acquisto della stufa a pellet deve essere effettuato entro il 31 dicembre 2022.

A proposito di pellet, occhio alle truffe. Solo qualche giorno fa la Guardia di Finanza ha sequestrato oltre 5mila le tonnellate di pellet da riscaldamento contraffatto in tutta Italia.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: ENEA

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook