Biodinamico, raggiunto il “compromesso”: alla Camera cancellata l’equiparazione al biologico dal testo di legge

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Arriva l'ok della Camera alla legge sul biologico, ma salta la tutela relativa all'agricoltura biodinamica e il mondo della scienza esulta

Dopo tante controversie, alla fine fine l’agricoltura biodinamica è stata eliminata dalla proposta di legge sulla tutela, lo sviluppo e la competitività della produzione agricola, agroalimentare e dell’acquacoltura con metodo biologico. Con 421 sì, oggi la Camera ha approvato il testo sul biologico, facendo saltare però l’equiparazione tra l’agricoltura biologica e quella biodinamica. Sono due gli emendamenti approvati, presentati dal presidente di Più Europa, Riccardo Magi, e dalla Commissione.

Per il mondo della scienza, che aveva espresso le perplessità sul metodo biodinamico, si tratta di una battaglia vinta. Tra i fermi oppositori all’equiparazione tra il biologico e il biodinamico c’era anche il nome del Nobel peer la Fisica Giorgio Parisi e la senatrice a vita Elena Cattaneo, nota farmacologa e biologa.

Per fortuna gli appelli della comunità scientifica nazionale, che avevano trovato l’appoggio pubblico del Presidente Mattarella già nella cerimonia di consegna del Nobel a Parisi nel novembre scorso, non sono caduti nel vuoto. – ha commentato il deputato Riccardo Magi – I miei sono stati gli unici emendamenti presentati in aula sul tema, caso più unico che raro. Emendamenti che avevo già presentato in Commissione a luglio, che al tempo erano però stati respinti all’unanimità da tutti i gruppi. Una battaglia combattuta già con coraggio dalla Sen. Elena Cattaneo al Senato. Piccole vittorie che spingono a non scoraggiarsi, anche quando i rapporti di forza numerici non sono dalla tua.

Per Parisi, l’Istituto di bioscienze e biorisorse del Consiglio nazionale delle ricerche (CNR) e gli altri detrattori, il metodo biodinamico consiste in una serie di attività prive di basi scientifiche, ai limiti dell’esoterismo. A differenza di quella biologica, infatti, l’agricoltura non è regolata da norme italiane né europee, ma è certificata solo da un’associazione non profit multinazionale.

È grande, invece, la delusione delle associazioni FederBio, AssoBio e Associazione Biodinamica, che avevano sperato fino all’ultimo che anche l’agricoltura biodinamica venisse riconosciuta ed equiparata a quella biologica. 

È veramente un peccato perché si tratta di un metodo agricolo e di prodotti che vengono sempre più coltivati e apprezzati in tutto il mondo. – commentano in una nota congiunta le associazioni – Ma nonostante questo emendamento, il biodinamico continuerà ad essere presente e sostenuto, come lo è stato fino ad oggi. 

Insomma, le associazioni a difesa dell’agricoltura biodinamica non hanno intenzione di mollare.

Il mercato del biologico e del biodinamico è in costante crescita a livello mondiale. L’importanza di questo settore è da sempre riconosciuto e inserito nei regolamenti comunitari. – commenta Roberto Zanoni, presidente di AssoBio – Per l’Italia, il biologico è un fiore all’occhiello del settore agricolo italiano. Siamo il primo Paese europeo per export di prodotti biologici, a dimostrazione della grande attenzione dei consumatori di tutto il mondo e del loro crescente apprezzamento per la qualità dei prodotti bio e biodinamici.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonti: Riccardo Magi/Federbio, AssoBio, Associazione Biodinamica

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook