Addio plastica, torna l’acqua in bottiglie di vetro col vuoto a rendere: le trovi nei supermercati, ma solo in una città italiana

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Al via in alcuni Coop una sperimentazione per la gestione del vetro a rendere. L’obiettivo è quello di ridurre gli sprechi. Noi siamo per l'acqua del rubinetto, ma almeno così si riduce la plastica

Integratori 100% naturali

Si chiama AcquaLocker® e viene salutata come una novità ecologica e intelligente basata su un modello di economia circolare per la riduzione degli sprechi. È la prima sperimentazione dell’acqua in bottiglie di vetro a rendere che arriva in Toscana, nei punti vendita di Unicoop Firenze.

Lo scopo dell’iniziativa, nata dalla collaborazione tra la cooperativa e Levico Acque, l’azienda trentina di acque minerali, è quello di ridurre il consumo di plastica.

Leggi anche: Sai quanta plastica puoi risparmiare smettendo di acquistare ed eliminando l’acqua in bottiglia?

Bene ma non benissimo. L’obiettivo numero uno sarebbe, per noi, eliminare del tutto il concetto di imbottigliamento.

La sperimentazione, come funziona

In sostanza gli AcquaLocker altro non sono che punti di ritiro automatici delle bottiglie di vetro di acqua, acquistabili all’interno dei Coop Firenze esclusivamente in “cestelli” da sei bottiglie da un litro di acqua, nelle versioni naturale, frizzante e lievemente frizzante. Nella prima fase gli AcquaLocker saranno installati al Centro Ponteagreve, al Centro Sesto e al Coop.fi Novoli a Firenze.

Il socio e cliente interessato si registra con un’apposita app che permette di aprire lo sportello dove restituire le bottiglie vuote, ricevendo un voucher legato alla cauzione versata con il primo acquisto, che può essere riutilizzato per l’acquisto di altre bottiglie.

Funziona? Se consentirà di eliminare la gran parte delle bottiglie di plastica, perché no? Per noi la soluzione ideale – soprattutto alla luce del fatto che l’Italia è il secondo Paese al mondo per litri di acqua in bottiglia consumata e primo in Europa – rimane sempre l’acqua del rubinetto, ma ben vengano alternative di questo tipo che magari anche qualche altro supermercato potrebbe imitare.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Coop.fi

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook