mercato chilometri zero genova

Sarà un modello per tutta l'Italia. A Genova nasce il primo mercato rionale a chilometri zero, all'insegna della sostenibilità. Viene inaugurato oggi e aperto ufficialmente al pubblico il nuovo Mercato del Carmine, che ritorna a vivere sotto nuove vesti. La presentazione ufficiale si svolgerà oggi pomeriggio, venerdì 11 ottobre 2013, alle ore 17.

Leggi tutto: Farmers market: a Genova il primo mercato rionale a chilometri zero. Come gli sprechi

cipolle

La cipolla (Allium cepa) è una pianta bulbosa comunemente coltivata negli orti. Si tratta di un ortaggio molto antico. Le prime testimonianze dell'esistenza delle cipolle risalgono all'Età del Bronzo. Gli Egizi la utilizzavano durante le sepolture e la associavano alla vita eterna, per via della forma stessa della cipolla, caratterizzata da numerosi anelli concentrici.

Leggi tutto: Cipolle: le piu' buone varieta' coltivate in Italia

mercato chilometri zero modena

Mercati a chilometri zero, arriva da Modena il primo regolamento per garantire trasparenza ai consumatori che scelgono una spesa attenta e consapevole, oltre che per favorire una vera e propria economia di relazione. Il regolamento per i mercati agricoli a chilometri zero è stato approvato dal Consiglio Comunale di Modena lo scorso 18 luglio.

Leggi tutto: Mercati a km 0: a Modena il primo regolamento per tutelare i consumatori

albero dei gelati foto 1

Agricoltura biologica e produzione artigianale del gelato si stringono la mano. Esiste un modo diverso di preparare il gelato, basato sulla scelta di ingredienti biologici e a chilometri zero, rinunciando a ricorrere a conservanti e coloranti e puntando su ingredienti locali. L'Albero dei Gelati si trasforma in una Agri-Gelateria grazie alla co-produzione di fragole e uova biologiche e a chilometri zero.

Leggi tutto: L'Albero dei Gelati: l'agrigelateria arriva in citta'


Meno carne, più Gas. È questa, in sintesi, la fotografia scattata da un'analisi della Coldiretti, dalla quale emerge che uno degli effetti più evidenti della crisi è il cambiamento nelle abitudini alimentari degli italiani. Non necessariamente in senso negativo, visto che nel 2013 è crollato il consumo di carne degli italiani, con un taglio del 7% nelle macellazioni bovine nel primo bimestre rispetto allo scorso anno, mentre è aumentata la diffusione dei gruppi di acquisto solidali (Gas), che ormai coinvolgono il 18,6% degli abitanti.

Leggi tutto: Crolla il consumo di carne nel 2012. Aumenta la spesa dai GAS

locavore

Locavoro. Il termine è uno di quei sincretismi moderni che lasciano l'orecchio interdetto. Deriva dall'unione di locale e onnivoro. L'enciclopedia Treccani lo annovera sotto la casella neologismo. Sta nella stessa categoria di vegetariano, vegano, carnivoro. Identifica colui che mangia solo prodotti coltivati nel raggio di qualche centinaia di kilometri. Ennesima etichetta o direzione possibile?

Leggi tutto: KM Zero: essere o non essere locavoro?

mercato a un passo

Che ne direste di un farmers market di fronte all'ufficio o alla fabbrica? Il momento della spesa dovrebbe essere sacro. Gli acquisti alimentari andrebbero svolti con attenzione, avendo il tempo necessario a propria disposizione e la possibilità di raggiungere i produttori, o almeno i mercati locali, in modo da potersi assicurare frutta e verdura fresca, di stagione e a chilometri zero, a prezzi spesso identici o inferiori a quelli degli analoghi prodotti presenti nei supermercati, ma con una qualità decisamente superiore.

Leggi tutto: Mercato a un passo: quando il farmer's market arriva di fronte alla fabbrica

mercato terremoto2

Si è svolto oggi a Bologna il primo farmers market dedicato alle aziende agricole emiliane e lombarde colpite dal terremoto con in vendita tutti prodotti salvati dal sisma. Dal Parmigiano Reggiano al miele, dai latticini ai meloni, dall'aceto balsamico di Modena al Lambrusco: fin dal primo mattino turisti e cittadini hanno fatto la file per acquistare i cibi recuperati dal terremoto, dando così il loro piccolo contributo al rilancio delle aziende agricole locali.

Leggi tutto: A Bologna il primo farmers market degli agricoltori colpiti dal terremoto in Emilia

cassetta verdura gas

Complice la crisi ed una maggiore consapevolezza alimentare, gli italiani stanno gradualmente cambiando il loro modo di fare la spesa, andando alla ricerca di prodotti biologici e di qualità, ma i cui prezzi risultino il più possibile contenuti. I GAS (Gruppi di Acquisto Solidale) hanno lo scopo di offrire a famiglie, singoli individui e realtà collettive la possibilità di accedere a prodotti sani, provenienti dal territorio locale ed a costi non eccessivi. 

Leggi tutto: GAS: la spesa insieme e' meglio, ma occhio al fornitore

Cerca

Social

La mia Casa Ecopulita