Piu' informazioni su: depurazione detox ortaggi spezie fegato

limoni depurazione fegato

Il fegato è l'organo principale a cui il nostro organismo deve i processi necessari al metabolismo non soltanto degli alimenti, ma anche di tossine e farmaci. Un'alimentazione ricca di frutta e verdura può contribuire ad alleggerire il lavoro del fegato, in quanto alcuni frutti e ortaggi contengono sostanze in grado di favorire l'attività del fegato e di migliorare i processi di eliminazione delle tossine. Ecco 15 tra gli alimenti più adatti alla depurazione del fegato.

1) Aglio

Piccole quantità di aglio sono in grado di attivare quegli enzimi che a livello del fegato aiutano il corpo a liberarsi delle tossine. L'aglio presenta inoltre elevati quantitativi di selenio e allicina, due sostanze naturali che contribuiscono alla depurazione del fegato.

2) Pompelmo

Ricco sia di vitamina C che di antiossidanti, il pompelmo è in grado di migliorare i naturali processi di depurazione del fegato. Un bicchiere di succo di pompelmo appena spremuto contribuisce ad incrementare la produzione di enzimi che favoriscono la disintossicazione del fegato e l'eliminazione delle tossine.

3) Barbabietole e carote

Entrambe estremamente ricche di flavonoidi e di betacarotene, le barbabietole e le carote aiutano a migliorare e a stimolare globalmente tutte le funzioni dell'organismo che contribuiscono alla depurazione del fegato.

4) Te' verde

Il tè verde rappresenta una delle bevande amiche del fegato, in quanto ricco di antiossidanti e di catechina, un componente noto per la propria capacità di contribuire al funzionamento generale del fegato.

5) Rucola e spinaci

Rucola e spinaci, ma anche cicoria e tarassaco e l'insieme degli ortaggi a foglia verde scuro, sono ricchi di clorofilla e contribuiscono a purificare il sangue dalle tossine, neutralizzando metalli pesanti e pesticidi e svolgendo allo stesso tempo un'azione di tipo protettivo nei confronti del fegato.

6) Avocado

L'avocado aiuta l'organismo a produrre il glutatione, un aminoacido solforato con funzione antiossidante utile per contrastare i danni provocati dai radicali liberi e necessario al fegato al dine di liberare l'organismo da pericolose tossine. Recenti studi hanno mostrato come un consumo regolare di avocado possa contribuire a migliorare la salute del fegato.

7) Mele

Ricche di pectina, le mele contengono i componenti chimici necessari al nostro organismo per purificarsi e favorire l'eliminazione delle tossine dal tratto digestivo. Ciò rende più semplice per il fegato occuparsi del carico di tossine durante il processo di purificazione del nostro corpo.

8) Olio extravergine d'oliva

Oli spremuti a freddo come l'olio extravergine d'oliva, l'olio di semi di canapa e l'olio di semi di lino sono considerati benefici per il fegato, se utilizzati con moderazione, in quanto possono apportare una base lipidica in grado di incorporare una parte delle tossine presenti nell'organismo, alleggerendo il carico delle stesse sul fegato.

9) Cereali integrali

I cereali integrali, con particolare riferimento al riso integrale, sono ricchi di vitamine del gruppo B, nutrienti noti per essere in grado di migliorare sia il metabolismo dei grassi che il funzionamento del fegato. Dal medesimo punto di vista, è preferibile scegliere prodotti alimenti preparati con farine integrali, piuttosto che con farine raffinate.

10) Broccoli e cavolfiori

Il consumo di broccoli e cavolfiori può contribuire all'incremento della presenza di glucosinolati, degli enzimi naturali considerati in grado di contribuire all'eliminazione da parte dell'organismo di tossine, anche cancerogene, diminuendo il nostro rischio di esposizione a malattie tumorali.

11) Limoni

I limoni presentano un contenuto elevato di vitamina C, che aiuta l'organismo a sintetizzare i materiali tossici in sostanze che possano essere assorbite dall'acqua ed in seguito eliminate dall'organismo. Bere del succo fresco di limone al mattino aiuta a stimolare il fegato.

12) Noci

Le noci sono ricche di un aminoacido denominato arginina, che contribuisce ad aiutare il fegato a depurarsi e disintossicarsi, in particolare per quanto riguarda sostanze come l'ammoniaca. E' consigliabile masticare molto bene le noci prima di inghiottirle, in modo da favorire la loro digestione.

13) Cavoli

Come avviene nel caso dei broccoli e dei cavolfiori, il consumo di cavoli permette di stimolare l'attivazione degli enzimi più cruciali nella depurazione del fegato e nell'eliminazione delle tossine.

14) Curcuma

La curcuma rappresenta la spezia da favorire per la depurazione del fegato. Essa può essere aggiunta per il condimento di pietanze a base di verdure o di legumi, per amplificarne gli effetti benefici. La curcuma assiste l'attività degli enzimi che contribuiscono attivamente all'eliminazione delle tossine, con particolare riferimento a sostanze dal potere cancerogeno.

15) Asparagi

Studi recenti hanno rilevato come gli asparagi, con particolare riferimento alle loro foglie, siano da considerare un alimento utile alla protezione del fegato, con particolare riferimento al consumo eccessivo di alcol ed al loro prezioso contenuto di amminoacidi e sali minerali. Il consumo di asparagi può offrire un ottimo contributo nel facilitare la depurazione del fegato.

Marta Albè

LEGGI anche:

La soia aiuta a "dimagrire" un fegato grasso

Asparagi, alleati del fegato e rimedi per la sbornia

L'olio di oliva combatte il diabete e protegge il fegato

15 benefici per la salute dei limoni

10 metodi naturali per disintossicare l'organismo

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Voto 73% (3 Voti)

Commenti   

gabriele arlenghi
-1 #6 gabriele arlenghi 2014-07-25 16:16
Il cardo mariano ha potenzialità eccelse per il fegato ?
Quali sono ?
Citazione | Segnala all'amministratore
francesco
+5 #5 francesco 2014-04-27 16:13
Salve,
mi chiamo francesco, è importantissimo sapere quali alimenti giovano al nostro organismo,,però il problema è trovare questi alimenti in uno stato puro, ovvero, non trattati con quei componenti che oggi usano per conservare, insaporire ect..Purtroppo, anche leggendo le etichette, le aziende produttrici conoscono bene come confondere e il più delle volte nascondere gli ingredienti aggiunti. Ci vorrebbe una nuova legge che imponga il NON RAGGIRO, nemmeno lontanamente DEL MEDIO CONSUMATORE. Basta con le prese in giro, basta avvelenamenti, abbiate coscienza......
Citazione | Segnala all'amministratore
werther crescentini
0 #4 werther crescentini 2013-01-29 03:05
Anche il Tarassaco, ottimo drenante e depurativo epatico, è però adatto più a situazioni infiammatorie, seppure non così controindicato come il Carciofo in caso di MCS o debolezza del Fegato, per dirla con gli antici porta via calore al e dal Fegato
Citazione | Segnala all'amministratore
werther crescentini
+2 #3 werther crescentini 2013-01-29 03:01
Attenzione: il carciofo è sì depurativo del fegato, ma ha un effetto raffreddante, anche preso come alimento. Per chi abbia MCS non è adatto, dato che la carenza di metionina e glutatione richiedono un superlavoro del Fegato, che può giovarsi invece di piante "riscaldanti del fegato: in primis il Cardo Mariano, ed anche, leggermente diversso, col Rosmarino. Il Carciofo è disperdente nel suo " rinfrescare, pertanto inadatto qualora il fegato sia in "debolezza o carenza ". Eccezionale la Curcuma, confermata anche da studi recenti( orribili anche in doppio cieco!!!), che promuove attività coleretica e colagoga(quindi sulla Bile e Cistifellea). Per MCS la rucola è bandita, indigesta per quanto possa esser gustosa, anche a causa del contenuto di Nichel, e anche il The verde non è ideale, come le Noci, da assumer con moderazione per analoghi motivi. Per il Selenio le Noci Amazzoniche, pur molto grasse , ne hanno un buon contenuto.
Citazione | Segnala all'amministratore
Daniele
0 #2 Daniele 2013-01-28 09:46
Volevo precisare meglio quanto scritto sotto la voce "limoni", concettualmente corretto ma formulato in maniera poco chiara (giustamente, gli addetti ai lavori in biologia e medicina possono comprendere cosa si intenda dire, ma chi è digiuno di tali discipline non può che avere poco chiaro il concetto espresso),

La vitamina C è un coenzima, cioé lo "strumento" che consente di rendere solubili in acqua le molecole che altrimenti resterebbero troppo lipofile (=affini all'olio) per potersi sciogliere ed essere eliminate coi reni.
Ad esempio, il catrame è tipicamente difficile da sciogliere con l'acqua. Nel corpo, che talvolta è esposto al catrame, esso deve essere eliminato e per farlo ci sono enzimi appositi nelle cellule, che lo modificano chimicamente, in alcuni punti delle sue molecole, mediante l'aggiunta di atomi affini all'acqua (ossigeno ed idrogeno, sottoforma di gruppi ossidrilici); così le molecole si sciolgono meglio in acqua e possono, dal fegato, entrano nei vasi sanguigni e finiscono filtrate dai reni. Tutto ciò avviene grazie alla vitamina C, senza la quale sarebbe impossibile aggiungere gruppi idrofili alle molecole lipofile.
Citazione | Segnala all'amministratore
nicola
+11 #1 nicola 2013-01-25 19:01
I carciofi sono i primi della lista per sanare il fegato! - non sono nemmeno citati sigh! -
Citazione | Segnala all'amministratore

Cerca

Social