La bellezza dei bambini con Sindrome di Down (FOTO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Si chiama Julie Willson e la Sindrome di Down la conosce bene. Julie aveva infatti una sorella, Dina, con questa malformazione genetica e nemmeno dopo la sua morte ha smesso di condividere il suo tempo con le famiglie che hanno in casa una persona affetta dalla sindrome.

Julie Willson è una fotografa del New Jersey e mamma di tre bambini e in una serie di suoi scatti non ha voluto fare altro che celebrare la bellezza dei bambini con sindrome di Down. Un’idea che le è venuta in mente dopo che la sorella Dina morì nel 2011, all’età di 36, per un’insufficienza cardiaca.

Sono una di quelle persone che è stata fortunata crescendo insieme a una sorella con la Sindrome di Down. Dina è stata la cosa migliore che potesse accadere alla nostra famiglia. Racconta Julie. Ci ha insegnato cosa fosse l’amore incondizionato e come affrontare la vita senza preoccuparsi. Illuminava qualunque stanza in cui entrava e le persone venivano catturare dalla sua personalità dolce, ma testarda. Quando penso alla mia infanzia la mia mente va automaticamente ai ricordi che ho insieme a lei. Dei bellissimi ricordi insieme a lei. Mia mamma e Dina erano migliori amiche ed erano completamente inseparabili e lei e mio papà avevano un legame che non poteva essere spezzato. Le persone che conoscevano la nostra famiglia e conoscevano Dina sottolineavano sempre come lei avesse raddoppiato la propria aspettativa di vita e come vivesse bene perché la mia famiglia era fantastica con lei. I miei genitori erano dei santi. Hanno dato tutto affinché Dina avesse una vita piena e felice”.

LEGGI anche: SINDROME DI DOWN: 5 STORIE PER DIMOSTRARE CHE NELLA DIVERSITÀ C’È BELLEZZA E FORZA

E così Julie ha chiamato a raccolta 11 bambini con sindrome di Down e catturato il loro spirito in una serie di foto. Le loro famiglie avevano risposto alla chiamata della fotografa per i bambini fino a 5 anni e alcuni hanno anche viaggiato fino a tre o quattro ore per partecipare.

Spero che le mie foto vengano condivise e che le persone vedano quanto sono state fortunate queste famiglie. Dopo aver realizzato questo servizio fotografico mi è stato detto da una delle mamme che la percentuale di aborti delle persone che scoprono che potrebbero avere un figlio con la Sindrome di Down è del 92%. Questa percentuale è molto più alta di quello che avrei immaginato. Detto questo, se riesco a far diminuire la percentuale di aborti condividendo le mie foto, sento di aver ottenuto qualcosa. Voglio cambiare la mentalità delle persone. Voglio che le persone vedano questi bambini e sappiano che se avranno un bimbo affetto dalla Sindrome di Down, nonostante possano avere paura, saranno fortunati“.
down 1
down 2
down 3
down 4
down 5
down 6
down 8
down 9
down 10
Per vedere tutte le foto e conoscere le storie e i nomi di questi bambini, clicca qui
Germana Carillo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook