La scuola si trasferisce sulla spiaggia a Vasto: lezioni coi banchi in riva al mare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Via le pareti, i banchi si trasferiscono in riva al mare. Ai tempi del coronavirus si può fare scuola in modi alternativi ma non per questo meno adatti alle esigenze di studenti e insegnanti. Anzi. E a Vasto gli studenti di una scuola si sono trasferiti in spiaggia.

Gli spazi dell’Istituto Madonna dell’Asilo di Vasto erano troppo ristretti, così anche grazie alle temperature miti di settembre e al bel tempo, i fortunati bambini della quarta elementare si sono trasferiti a fare lezione in riva al mare. È il progetto ‘InSabbiaMenti‘ che ha coinvolto dieci alunni della cittadina abruzzese.

Non più mura di cemento attorno a loro, no agli spazi ristretti, alla stessa aria respirata per ore. In riva al mare gli occhi possono spaziare, gli spazi sono ampi e la bellezza della Natura più ispirare.

In tutta Italia, da Nord a Sud, i disagi legati al rientro in classe sono tanti e diversi, dalle aule che mancano agli spazi ridotti, dal distanziamento difficile da garantire tra i più piccoli alle rigide misure di sicurezza.

Problemi che questa scuola ha risolto in un modo davvero semplice e molto apprezzato dai suoi studenti. L’idea in realtà è del Consorzio Vivere Vasto Marina, un raggruppamento di imprese commerciali e operatori turistici, che ha offerto questa soluzione alle scuole della città abruzzese. In spiaggia sono stati posizionati banchi e sedie, riparati dai gazebo:

“Una bellissima iniziativa, che avremo modo di ripetere con il bel tempo perchè garantisce ai bambini di apprendere nel rispetto delle norme di sicurezza ed attraverso la valorizzazione del territorio di appartenenza” ha detto il sindaco di Vasto Francesco Menna.

“Con questo modo di fare scuola i bambini acquisiscono una cultura diversa – commenta all’Adnkronos Emidio Salvatorelli, titolare della ditta che ha fornito banchi e sedie. “Basta prendere in considerazione altre alternative legate al contesto. Perchè limitarsi solo alle quattro mura? Meglio collegarsi alla natura”.

All’avvio dell’anno scolastico, il sindaco insieme all’assessore alle Politiche scolastiche, Anna Bosco, ha fatto visita agli studenti. Qui le immagini dei bambini di questa speciale aula all’aria aperta.

E i piccoli sono felicissimi di tornare in classe con una splendida vista mare e con il cielo al posto delle pareti dell’aula.

“Abbiamo dato disponibilità a tutti i dirigenti scolastici del comune per poterne usufruire ancora. Accesso ad ampi spazi e servizi a disposizione meteo permettendo”, ha raccontato all’Adnkronos Pier Giorgio Molino, presidente del Consorzio. “

Un bel modo di tornare a scuola dopo lunghi mesi di lockdown.

Fonti di riferimento: Adnkronos, VivereVastoMarina

LEGGI anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook