Giornata mondiale del Parkinson: attivo il servizio di teleassistenza gratuita per i pazienti costretti a stare in casa dal coronavirus

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quasi 300mila italiani affetti dalla malattia di Parkinson, un vero e proprio esercito il cui numero sembra destinato a raddoppiare al ritmo di circa 6mila nuovi casi all’anno, di cui la metà ancora in età lavorativa. È per questo che, in occasione della Giornata mondiale del Parkinson di oggi 11 aprile, si mira a  sensibilizzare e ad educare tutti anche i tempo così difficili. Per i pazienti in quarantena intanto è attivo un servizio gratuito di teleassistenza infermieristica.

Come ogni anno dal 1997, l’11 aprile ricorre questa Giornata voluta dall’European Parkinson’s Disease Association (EPDA), data di nascita di James Parkinson, il medico inglese che nel 1817 descrisse per la prima volta la “paralisi agitante”.

Una patologia, quella del Parkinson, che non colpisce solo le persone anziane. Se, infatti, in generale fa il suo esordio tra i 58 e i 60 anni, il morbo di Parkinson sembra essere sempre più precoce, tanto che un paziente su quattro ha meno di 50 anni.

Il servizio di assistenza telematica

Già quasi 1000 interventi di supporto a persone con malattia di Parkinson e ai loro familiari, di cui 600 circa in teleassistenza infermieristica. È già attivo gratuitamente dal 12 marzo ParkinsonCare, il servizio di teleassistenza infermieristica specializzata che fino al 12 giugno darà aiuto a tutti coloro che, oltre essere costretti dentro le proprie mura domestiche, sono rinchiusi anche all’interno della propria difficile condizione e rischiano di vivere i prossimi mesi in completo isolamento.

teleassistenza parkinson

©Parkinsoncare

Il servizio è accessibile gratuitamente allo 02-2107 9997 o inviando una mail a [email protected]

Fonte: Parkinsoncare

Leggi anche:

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook