Gli appassionati di manga hanno scelto la loro eroina preferita dello Studio Ghibli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Streghe, principesse, bambine orfani, eredi di mondi misteriosi o ancora paladine dell’ambiente. Sono le protagoniste delle storie raccontate dallo Studio Ghibli e molte nate dalla penna di Hayao Miyazaki regista, sceneggiatore, animatore, fumettista e produttore cinematografico giapponese. Il sito giapponese Futabanet Manga Plus ha lanciato un sondaggio per decretare qual è l’eroina preferita dei manga nipponici, molti dei quali sono disponibili su Netflix.

E’ stato chiesto ai fan chi fosse il loro personaggio femminile, ed è chi si è aggiudicato il podio!

Nausicaä, Nausicaä della Valle del Vento

Nausicaä è la figlia di re Jhil e la principessa della Valle del vento. Esplora l’ecosistema del Mar Marcio e si sforza di capirne il suo funzionamento. Nausicaä è una persona pacifica che non ama la guerra, ma si trova coinvolta in un conflitto armato per onorare le sue responsabilità di principessa nei confronti del padre e del suo popolo. Ricordiamo che il personaggio è stato creato da Hayao Miyazaki tra il 1982 e il 1994.

Nausicaä

©Leganerd

Chihiro Ogino, La città incantata

Bambina viziata e svogliata, Chihiro è costretta a trovare lavoro nell’impianto termale della strega Yubaba, in modo tale da poter salvare i propri genitori, trasformati dalla strega in maiali tuttavia, dopo aver firmato il contratto, il suo nome viene mutato in Sen e Yubaba s’impossessa del suo vero nome, privandola così della libertà.

chichiro

©Moviestruckers

Shheta di Laputa, Castello nel cielo

La principessa Lusheeta Toelle Ur Laputa, soprannominata Sheeta è una ragazza orfana di 13 anni. È una delle principali protagoniste di Laputa: Castle in the Sky. Possiede un cristallo di etere, che può salvarla in momenti di pericolo. Possedendo il cristallo di etere, viene inseguita dalla banda di Dola , da Muska e dai militari.

sheeta

©pinterest

Kiki, Kiki – Consegne a domicilio

La giovane aspirante strega Kiki, compiuti tredici anni, come da tradizione familiare deve trascorrere un anno lontana da casa per un praticantato nelle arti magiche. Partita a cavallo della sua scopa in compagnia del suo simpatico gatto nero Jiji, giunge in un caratteristico villaggio di mare. Ospitata presso una coppia di fornai, Kiki cercherà di mantenersi da sola ideando un servizio di consegne volanti.

sheeta

©ondacinema

Satsuki, Il mio vicino Totoro

Satsuki e Mei sono due sorelle, di undici e quattro anni, appena trasferitesi con il padre in un piccolo villaggio di campagna per potere stare più vicini alla madre ricoverata in ospedale. La piccola Mei, esplorando i paraggi della nuova casa, s’imbatte in un maestoso albero di canfora attorniato da corde di paglia di riso (simbolo scintoista di purificazione) all’interno del quale vive un enorme creatura soffice e pelosa: è Totoro, uno spirito ‘kami’ della foresta.

totoro

©Pinterest

Dal sei in poi ci sono: San (Principessa Mononoke), Marnie (Quando c’era Marnie), Ponyo, Shizuku (I sospiri del mio cuore), e Dola (Laputa, Il castello nel cielo).
E la vostra eroina preferita chi è?

Fonte: Futabanet/Animeclick/Studio Ghibli

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook