Le cucine plastic free che durano una vita

18app, al via il bonus cultura da 500 euro per i maggiorenni. Come ottenerlo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I nati nel 2002, ovvero coloro che hanno compiuto 18 anni nel 2020, da domani potranno richiedere il Bonus Cultura da 500 euro da spendere per libri, abbonamenti ai quotidiani ma anche eventi culturali, musei, concerti e tanto altro.

Il Bonus Cultura, rinnovato ormai per la quinta volta, è un’iniziativa che si propone di promuovere la cultura tra i giovani mettendo a disposizione 500 euro per ogni ragazzo o ragazza che ha da poco compiuto 18 anni.

Nello specifico si tratta di buoni spendibili nell’acquisto di libri, editoria audiovisiva, accesso a musei, monumenti, parchi ma anche per biglietti di concerti, eventi di danza, teatro (ovviamente quando tutto questo ripartirà) oltre che per finanziare corsi di lingua e altro.

Come ottenere il Bonus Cultura

Dal primo aprile alle ore 12.00 sarà possibile registrarsi sul sito dedicato all’iniziativa e richiedere il bonus, previsto per tutti i residenti nel territorio nazionale (in possesso, ove previsto, di permesso di soggiorno in corso di validità) che hanno compiuto i diciotto anni di età nel 2020.

Innanzitutto è necessario essere in possesso dello SPID, poi basterà accedere al sito 18 app (c’è tempo fino al 31 agosto 2021) e scaricare i buoni del valore totale di 500 euro che saranno spendibili entro il 28 febbraio 2022.

Cosa si può acquistare con il Bonus Cultura

Come si legge sul sito, grazie al buono si possono acquistare beni per un totale di 500 euro e nello specifico:

  • biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche e spettacoli dal vivo (per “spettacoli dal vivo” si intendono produzioni di musica, danza, teatro, circhi e spettacoli viaggianti. Gli spettacoli di musica non includono eventi da ballo);
  • libri (inclusi audiolibri e libri elettronici, esclusi supporti hardware di qualsiasi natura atti alla relativa riproduzione)
  • titoli di accesso a musei, mostre ed eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche, parchi naturali
  • musica registrata (cd, dvd musicali, dischi in vinile e musica online, esclusi supporti hardware di qualsiasi natura atti alla relativa riproduzione)
  • corsi di musica
  • corsi di teatro
  • corsi di lingua straniera
  • prodotti dell’editoria audiovisiva (singole opere audiovisive, distribuite su supporto fisico o in formato digitale, con esclusione di supporti hardware di qualsiasi natura atti alla riproduzione. Sono escluse le opere a carattere videoludico, pornografico o che incitano alla violenza, all’odio razziale o alla discriminazione di genere. Non sono acquistabili abbonamenti per l’accesso a canali o piattaforme che offrono contenuti audiovisivi).

Da quest’anno all’elenco dei prodotti acquistabili si aggiungono gli abbonamenti ai quotidiani anche in formato digitale.

Fonte: Ministero della Cultura / 18app

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook