Apple, lo spot dell'iPhone in realtà è un messaggio sui cambiamenti climatici (VIDEO)

apple cambiamenti climatici

Si potrebbe basare un’intera analisi tecnica di questo spot della Apple parlando soltanto di Csr. Ma sarebbe un’analisi banale. Alle spalle di questo spot c’è tutto il pensiero Apple sui cambiamenti climatici e sugli ultimi risvolti politici, una presa di posizione decisa dalla parte della Terra. E questo spot, infatti, vuole “vendere” non un prodotto ma il nostro Pianeta.

ABBIAMO UN SOLO PIANETA, VA PRESERVATO

Montagne, nuvole, cime innevate, paesaggi mozzafiato, riflessi di tramonti sul mare, api, gabbiani, ghiacci, fiumi in piena, ma anche esseri umani felici di correre tra i campi, in mezzo alla natura. In questo breve video ci sono tutti gli elementi che dovremmo conservare con tutti i nostri sforzi. Per noi stessi, per le generazioni future. Questo spot ci ricorda quali bellezze e quali essere viventi – animali e piante – abbiamo intorno, ci ricorda la loro immensità, il loro valore estremo per la nostra sopravvivenza.

LE POSIZIONI DI APPLE CONTRO I CAMBIAMENTI CLIMATICI

E’ nota la posizione di Apple, ribadita recentemente da Tim Cook anche su Twitter. Naturalmente, si tratta di messaggi "subliminali" che vogliono dimostrare quanto la società rifiuti la scelta di Donald Trump di uscire dall’accordo di Parigi. Non è una posizione nuova, anzi. Molte società Usa già durante la campagna elettorale di quello che sarebbe diventato il nuovo presidente si erano schierate contro le sue idee e il suo scetticismo rispetto ai moniti della comunità scientifica, riguardo la necessità imminente di agire per fermare le emissioni e il surriscaldamento globale. Questo spot è la ciliegina sulla torta.

LEGGI anche:

LO SPOT NON CITA MAI I CAMBIAMENTI CLIMATICI

Nonostante sia chiaro il riferimento ai cambiamenti climatici, questi non sono mai citati. Né nel copy né attraverso le immagini. Sono immagini di pura bellezza ed armonia, sono immagini del nostro Pianeta. La prima lettura dello spot è la più banale: mostrare la capacità dell’iPhone di realizzare immagini meravigliose come quelle. “Shot on iPhone” recita il payoff, ma francamente passa in secondo piano rispetto a ciò che quelle immagini evocano di questi tempi. Il collegamento mentale è immediato. E sarà scattato sicuramente nella mente di tutti coloro che hanno visto lo spot sugli schermi della fase Game 3 della finale NBA, dov’è andato in onda per la prima volta.

 

Anna Tita Gallo