stickers inquinamento raggi uv

Un tatuaggio programmabile e molto speciale, in grado di avvisarci quando il sole sta diventando pericoloso per la nostra pelle e la nostra salute. Un dispositivo hitech, piccolo e intuitivo, potrebbe aiutarci. Al lavoro su questo fronte è il team di ricercatori di LogicInk, azienda con sede a San Francisco.

Applicati come un tatuaggio temporaneo, le varie tipologie di stickers LogicInk rilevano il sudore, il microbioma della pelle e l'ambiente circostante fornendo un feedback in tempo reale. I sensori, contenuti nell'inchiostro, captano e trasmettono informazioni sull'idratazione, la concentrazione di alcol nel sangue ma anche l'esposizione ai dannosi raggi UV. Non è richiesta alcuna app: il tatuaggio è l'interfaccia utente.

Tatuaggi contro i raggi UV

Nel caso di LogicInk UV, quest'ultimo è in grado di rilevare i raggi ultravioletti  nocivi che possono favorire il cancro della pelle. I due cerchi sull'autoadesivo cambiano colore in base all'esposizione UV sia in un preciso momento che nel corso della giornata.

Lo stickers cambia quindi se ci esponiamo al sole. Il cerchio esterno diventa completamente rosa quando abbiamo raggiunto il massimo dell'esposizione considerata sicura in base ai parametri dell'OMS. Invece, quello interno passa dal bianco al rosa scuro (e viceversa) a seconda della quantità di esposizione che stiamo ricevendo in un momento ben preciso. In questo modo, sappiamo quando applicare di nuovo la protezione solare o metterci all'ombra. Questi particolari adesivi sono impermeabili e sono già sul mercato.

"L'abbronzatura della pelle dai raggi UV è un segno di danno alla pelle e non è mai sicura. Il danno alla pelle dai raggi UV è un fattore chiave per l'invecchiamento prematuro della pelle e aumenta il rischio di cancro" ha spiegato Larry Weiss, uno degli ideatori.

Tatuaggi per monitorare la nostra salute e l'inquinamento

Oltre agli stickers che tengono sotto controllo i raggi UV, LogicInk ha recentemente lanciato una campagna su Kickstarter per raccogliere fondi destinati alla produzione di altri tatuaggi intelligenti. In particolare, gli sviluppatori stanno lavorando su quelli che mostrano i livelli di idratazione, la concentrazione di alcol nel sangue, la temperatura e su un prototipo che può indicare la presenza di inquinanti atmosferici nocivi.

tatuaggi sensori

I principali inquinanti includono particelle con diametro inferiore a 2,5 micron (PM2,5). Più piccolo è il particolato, più profondamente penetra nei nostri polmoni e in altri organi. Per questo, conoscere la concentrazione e la durata della nostra esposizione ci aiuterebbe ad agire per ridurre l'inalazione.

sticker inquinamento

Un po' come il collega che monitora i raggi UV, il tatuaggio su cui il team sta lavorando è in grado di rilevare il PM2.5 rendendolo visibile a occhio nudo con un sistema di quadrati che si colorano.

"Abbiamo ancora del lavoro da fare per trasformare questo prototipo in un prodotto completo. Ciò include l'aumento della sensibilità e la riduzione dei tempi di risposta" spiega il team.

Soluzioni hi-tech da indossare per limitare l'impatto dell'inquinamento e dei raggi UV sulla nostra salute.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

banner guida pulizie

La guida alle pulizie eco

Tante informazioni, zero euro! Scaricala subito

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
festival scirarindi
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram