@Parco Archeologico di Pompei (pompeiisites.org)

Riapre ai visitatori l’Antiquarium degli scavi di Pompei, con un nuovo splendido allestimento

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’Antiquarium degli scavi di Pompei ha riaperto le sue porte per offrire ai visitatori un’emozionante immersione nella storia e nell’arte. Proprio oggi il museo archeologico è stato inaugurato, dal direttore generale musei del Mibact, Massimo Osanna, con un nuovo splendido allestimento. Lo spazio museale è stato, infatti, totalmente rinnovato e propone un percorso alla scoperta dei reperti più rilevanti della storia dell’antica città, dall’età sannitica (IV secolo a.C.) fino alla violenta eruzione del 79 d.C.

“Oggi si restituisce alla pubblica fruizione uno spazio completamente rinnovato che rimanda a quella che fu la prima concezione museale di Amedeo Maiuri e che costituirà un percorso di introduzione alla visita del sito” ha annunciato Osanna durante l’inaugurazione.

Il museo, realizzato tra il 1873 e il 1874, era stato fortemente danneggiato dalle bombe della Seconda Guerra Mondiale. Dopo l’intervento di restauro dell’archeologo Maiuri, nel 1948 aveva riaperto in occasione della celebrazione del 2° centenario degli scavi di Pompei. Nel 1980 l’edificio fu nuovamente distrutto dal terribile terremoto del 1980 che costò la vita a migliaia di persone. E da quel momento fino al 2016 è rimasto chiuso al pubblico.

Il nuovo allestimento dell’Antiquarium degli scavi

Dal 25 gennaio del 2021 l’Antiquarium degli scavi torna a splendere e a raccontare un passato glorioso, mettendo in vetrina anche le scoperte più recenti. Il nuovo allestimento dello spazio museale, curato da Cor arquitectos e Flavia Chiavaroli, privilegia una forte luminosità e tenta di ricreare l’atmosfera voluta da Amedeo Maiuri per i lavori di restauro dopo i danni legati alla guerra.

Alle scoperte più celebri e antiche dello straordinario patrimonio di Pompei, tra cui spiccano gli affreschi della Casa del Bracciale d’oro, gli argenti di Moregine e il triclinio della Casa del Menandro, sono accostate anche i ritrovamenti dei più recenti scavi condotti dal Parco Archeologico: dai frammenti di stucco della Casa di Orione, al tesoro di amuleti della Casa con Giardino, ai calchi delle due vittime dell’eruzione del 79 d.C., rinvenute lo scorso novembre in una villa di Civita Giuliana.

Come si legge sul sito del museo, “la visita all’Antiquarium è inoltre accompagnata da due supporti digitali, un web-bot, un assistente digitale in grado di fornire informazioni di servizio semplici e chiare, e una narrazione audio che dal percorso espositivo accompagna il visitatore alla scoperta di alcuni punti di interesse del Parco Archeologico di Pompei.”

Ecco un video che mostra il nuovo allestimento dell’Antiquarium degli scavi:

Lo spazio museale di Pompei resterà aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 09.00 alle 17.00. Le visite saranno organizzate in sicurezza, nel pieno rispetto delle disposizioni sanitarie anti-Covid.

Per ulteriori informazioni sul museo e le visite è possibile consultare il sito del Parco Archeologico di Pompei

Fonte: Parco Archeologico di Pompei/Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Deceuninck

Mare, montagna o città? Come scegliere le finestre più adatte al luogo in cui vivi

eBay

Come trasformare il tuo terrazzo o balcone in una piccola oasi con le fioriere giuste

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook