Minacciare di morte il figlio di Fedez è vergognoso, senza se e senza ma: i bambini non si toccano mai

Fedez ha pubblicato sui social una foto della denuncia presentata alla Polizia Postale dopo le minacce e gli insulti che ha ricevuto il figlio Leone da parte degli hater dopo essere entrato in campo a San Siro insieme a Theo Hernandez

Purtroppo non c’è mai fine al peggio. Parliamo della violenza sul web che questa volta si è indirizzata contro la categoria più fragile: i bambini. Non un bimbo in particolare, quanto Leone Lucia Ferragni, il figlio di Fedez e Chiara.

Tutto è partito dal fatto che il piccolo sabato scorso, prima della partita Milan-Frosinone, è sceso in campo per accompagnare Theo Hernandez, esterno rossonero. Una consuetudine da anni ormai, quella di vedere i bimbi insieme ai calciatori pochi minuti prima del fischio d’inizio.

Una presenza che qualcuno non ha gradito, dato che sono apparsi post su X e commenti sotto al video postato da papà Fedez di utenti che hanno augurato cose ignobili al povero Leone. Si va da minacce di morte, sparandogli, ad auguri che venga colpito dallo stesso male che ha colpito Fedez ovvero un tumore.

Il web si è diviso a riguardo

Seppur possa essere discutibile il comportamento di Chiara e Fedez che sovraespongono senza filtri i propri figli, i bambini non si toccano. Per nulla al mondo. E infatti il web ha espresso solidarietà alla coppia dopo che Fedez ha esternato quanto accaduto.

Una situazione che non rimarrà impunita. A prometterlo era stato il rapper e così ha fatto, presentando una denuncia alla Polizia Postale di Milano nei confronti dell’hater che su X ha pubblicato un post di pessimo gusto sul figlio Leone. Il riferimento è a un post che mostrava Theo Hernandez e Leone con la domanda “avete solo un proiettile, a chi sparate?”.

Fedez aveva annunciato così la sua decisione di non far cadere la cosa nel dimenticatoio:

Sono perfettamente cosciente del fatto che su Twitter ci sia questo giro di tifosi che si divertono a fare battute sul mio tumore al pancreas e ad augurarmi la morte. Continuate pure a farlo, perché onestamente non me ne frega un c***o. Però nel momento in cui toccate i miei figli, allora avete un problema, un problema bello grande. Ve ne accorgerete, non vi preoccupate. Poi posterò il nome di questa persona e di tutti quelli che hanno risposto che sparerebbero a mio figlio.

Dalle parole è passato ai fatti e ha pubblicato sui social la foto della denuncia avvenuta. L’autore del post, nel frattempo, ha cancellato tutti i suoi account. Una decisione che ha diviso. Seppur da una parte, come detto, c’è stato chi gli ha dato ragione in questa sua battaglia, dall’altro c’è chi ha voluto sottolineare come la coppia spesso esageri a mostrare i figli anche per fini commerciali.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Ti potrebbe interessare anche: 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Iscriviti alla newsletter settimanale
Seguici su Facebook