Sembra Venom, ma è un robot fatto di melma magnetica che potrebbe salvarti la vita

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Non si tratta di un'antagonista, ma di una invenzione da poter utilizzare nella sanità pubblica che, sebbene possa effettivamente cambiare forma come il personaggio Marvel, potrebbe davvero cambiare le cose. Questo slime magnetico è infatti un robot di ultima generazione

Un team di ricercatori della Chinese University of Hong Kong ha brevettato un “robot” magnetico molto particolare che ha le sembianze di uno slime e per tale motivo è stato paragonato dagli utenti, colpiti da questa creazione che è difficile immaginare come un robot, a Venom di Spiderman o a Flubber, l’invenzione gelatinosa del film in cui Robbie Williams interpreta il professore di chimica che la realizza.

Nonostante le disquisizioni sulle somiglianze, si tratta di una vero studio scientifico sulle proprietà dei materiali, pubblicato sul giornale Advanced Functional Materials, e anche di una certa importanza poiché questa melma magnetica potrebbe rivoluzionare il mondo della sanità ed intervenire, al fianco dei medici, nei casi di pronto soccorso per rimuovere oggetti ingeriti accidentalmente o riparare delle aree danneggiate.

La melma viene infatti controllata dall’esterno, tramite dei magneti, e per poter adattarsi all’oggetto da recuperare o al percorso da compiere. Può cambiare forma e attraversare canali stretti con un diametro di 1,5 mm,  inglobare tutti quei piccoli oggetti che, finiti per sbaglio nel corpo umano, potrebbero provocarne la morte. Il suo ruolo è aiutare ad espellerli, essendo comunque molto versatile.

Il prototipo dovrà essere perfezionato e testato a lungo prima di adempiere a questo suo compito anche perché i materiali che lo compongono sono tossici. La nuova invenzione è un fluido non newtoniano, la cui viscosità cambia cioè a seconda della forza che viene impressa, costituito da una miscela di alcol polivinilico – usato nei prodotti per la pulizia – e magneti al neodimio, i più potenti al mondo. 

Per prima cosa sarà dunque imprescindibile lavorare alla sua sicurezza; per ora i ricercatori hanno ricoperto la melma con uno strato protettivo di silice. In futuro il team della CUHK prevede di voler cambiare il colore del loro robot, rendendolo più vivace. 

Fonte: Advanced Functional Materials

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook