L’esplosione di una rara nana bianca così luminosa che si può vedere a occhio nudo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una nova incredibilmente luminosa riluce nella costellazione di Ofiuco. Si tratta di una nana bianca in collisione con una gigante rossa

La ricetta del porridge senza cottura

Una nova incredibilmente luminosa riluce nella costellazione di Ofiuco. Si tratta di una nana bianca in collisione con una gigante rossa, che esplode periodicamente ogni quindici anni.

Nella costellazione equatoriale di Ofiuco, a circa 4.566 anni luce da noi, si è verificata l’esplosione di una stella di proporzioni epiche. La nova è stata così luminosa che ora la stella (una nana bianca) è visibile ad occhio nudo: ha una magnitudine apparente di 4.8 – sette volte più luminosa della magnitudine normale di una stella con queste caratteristiche.

È raro e difficile intercettare le novae nel loro momento più luminoso, ma questo rende l’occasione ghiotta e speciale per tutti gli appassionati di astronomia. La stella in questione (soprannominata RS Ophiuchi dagli scienziati) è una nova ricorrente – ovvero ‘esplode’ periodicamente. Anche questa è una rarità: infatti, sono state identificate solo dieci stelle con tali caratteristiche all’interno della Via Lattea.

RS Ophiuchi esplode ogni quindici anni circa. La sua ultima nova è stata nel 2006, mentre la nuova esplosione è stata attestata per la prima volta lo scorso 8 agosto dall’astronomo irlandese Keith Geary. Successivamente è stata riportata da altri appassionati ed esperti di tutto il mondo.

Ma cosa causa la ripetuta esplosione di una stella come questa? Si tratta, almeno nel caso di RS Ophiuchi, di una nana bianca la cui orbita è molto vicina a quella di una gigante rossa: quando le due stelle orbitano l’una attorno all’altra, materiale gassoso (in primo luogo idrogeno) viene attratto dalla gigante rossa verso la nana bianca, più piccola ma più densa. Il gas si accumula quindi sulla superficie della stella, che si riscalda.

Lo spettro della Nova (Credits: AstromerTelegram)

Periodicamente la massa diventa così grande che la pressione e la temperatura sulla superficie della nana è diventa tale da provocare un’esplosione termonucleare, che espelle violentemente il materiale in eccesso nello spazio. Ecco che si assiste a una nova. Secondo le osservazioni spettroscopiche della stella, la sua luminosità incredibile è dovuta al fatto che il materiale è stato esploso a velocità fortissime – circa 2.600 chilometri al secondo.

Seguici su Telegram Instagram Facebook TikTok Youtube

Fonte: AstromerTelegram

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook