Il talco è “probabilmente” cancerogeno, le nuove valutazioni dell’OMS

Lo IARC, l’Agenzia contro il cancro dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha valutato la cancerogenicità di talco e acrilonitrile

Talco probabilmente cancerogeno? Questa è la conclusione cui giunge l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) dell’OMS che, oltre al talco, ha analizzato anche l’acrilonitrile, un monomero utilizzato nella sintesi di materie plastiche.

Il gruppo di lavoro, nelle conclusioni pubblicate su Lancet, ha valutato il talco come probabilmente cancerogeno per l’uomo (Gruppo 2A) sulla base di prove limitate di cancro nell’uomo, “prove sufficienti nei laboratori” e forti prove meccanicistiche nelle cellule primarie umane e “nei sistemi sperimentali”.

Leggi anche: Talco cancerogeno, Johnson & Johnson pagherà 700 milioni di dollari per chiudere le cause negli Usa

L’OMS fa infatti sapere che esistono numerosi studi che hanno costantemente mostrato un aumento del tasso di cancro alle ovaie nelle donne che usano il talco sui loro genitali. Motivo per cui sottolineano gli studiosi che esiste la possibilità che il talco in alcuni studi fosse contaminato da amianto cancerogeno.

I risultati pubblicati dunque spiegano che: “Non è stato possibile stabilire completamente un ruolo causale per il talco“. Il loro obiettivo non è quello di allarmare, ma solo di rispondere al quesito se realmente questa sostanza sia potenzialmente cancerogena.

Questa valutazione – precisano gli studiosi – sostituisce le precedenti classificazioni di “talco non contenente amianto o fibre asbestiformi” e “uso perineale di polvere per il corpo a base di talco”.

Il “talco contenente amianto”, insomma, non è stato rivalutato e mantiene la sua classificazione nel Gruppo 1, mentre l’acrilonitrile è stato valutato come cancerogeno per l’uomo di Gruppo 1.

talco cancro

Cosa significa pericolo 2A

Il livello 2A è il secondo livello più alto in una piramide di identificazione del rischio di salute: ciò significa che, sebbene ci siano prove limitate che possa causare tumori nell’uomo (soprattutto tumori alle ovaie), c’è una certezza sufficiente che provochi il cancro negli esperimenti. Ciò significa che il talco può avere caratteristiche di agenti cancerogeni nelle cellule umane e nei sistemi sperimentali.

Come si legge sul sito dell’OMS, la valutazione scientifica completa sarà pubblicata nel volume 136 delle monografie IARC.

Non vuoi perdere le nostre notizie?

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Iscriviti alla newsletter settimanale
Seguici su Facebook