Se sei allergico al lattice, dovresti fare attenzione a mangiare questi 7 frutti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Conosci la sindrome lattice-frutta? Si tratta di quel fenomeno per cui le persone che sono allergiche al lattice sviluppano una reazione simile anche con determinati frutti che contengono proteine riconosciute dal sistema immunitario come omologhe a quelle che scatenano l'allergia.

Hai mai sentito parlare di allergie incrociate? Si tratta in sostanza di una reattività incrociata o cross-reattività tra allergie a pollini, acari o sostanze come lattice e nichel e diversi alimenti. In particolare chi è, ad esempio, allergico al lattice dovrebbe stare attento a consumare alcuni tipi di frutta.

Il lattice è un materiale naturale che deriva principalmente dall’albero tropicale del caucciù, Hevea Brasiliensis, conosciuto anche come albero della gomma. Si presenta sotto forma di liquido lattiginoso e viscoso. E’ totalmente ecologico e riciclabile, dotato di naturali caratteristiche come l’elasticità, la durevolezza e l’igienicità che lo rendono adatto a svariati uso.

Il lattice può scaturire spesso nelle persone una forte allergia che si manifesta come una reazione esagerata ed improvvisa dell’organismo alle proteine contenute nel lattice di gomma naturale. I sintomi di questa allergia possono essere vari e più o meno forti a seconda dei casi. Solitamente si manifesta con orticaria, rossore e prurito, gonfiore ed edema, congiuntivite e ancora, rinite, starnuti, tosse, asma, dispnea e (nei casi più gravi e rari) shock anafilattico e morte.

Quando si soffre di allergia la lattice, a volte può non essere sufficiente stare lontani dalla sostanza primaria, perchè può capitare di avere problemi anche con sostanze e cibi di natura totalmente differenti. Questo è dovuto ad un particolare fenomeno che prende il nome di allergia incrociata o reattività incrociata

Per quanto riguarda il particolare caso dell’allergia al lattice, una ricerca pubblicata sulla rivista Biochemical Society Transactions, stima che circa il 30-50% degli allergici al lattice manifesti sensibilità verso alimenti di origine vegetale, in particolare la frutta. Nello specifico vi sono alcuni frutti in particolare da cui è bene tenersi alla larga se si soffre di allergia al lattice in quanto conterrebbero proteine che presentano somiglienze allergeniche proprio con il lattice.

Questi frutti che possono presentare cross -reattività con il lattiche sono:

  1. banana
  2. kiwi
  3. avocado
  4. pesca
  5. melone
  6. pomodoro
  7. castagne (ma anche nocciole)

La causa di questo problema, che prende il nome di ‘sindrome lattice-frutta‘ è un’omologia tra molecole presenti sia nel lattice che in questi frutti. Queste molecole vengono riconosciute sistema immunitario degli allergici in entrambi i casi come ‘nemiche’. In tal caso, oltre ad evitare di assumere questi determinati tipi di frutta – che tra l’altro possono risultare allergizzanti già di per sé –  è bene rivolgersi al proprio medico per maggiori chiarimenti su come agire. Anche perché si rischia nei casi più gravi una severa anafilassi.

Fonte: Allergipedia

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok |   Youtube

Sulle allergie incrociate ti potrebbe interessare anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook